Verona-Udinese 1-0 LA CRONACA nella 33esima giornata di Serie A. Decide la partita una rete di Coppola al 90’+3

“Sono emozioni clamorose, in un momento difficile così e in uno scontro diretto segnare sotto la curva è il sogno di ogni bambino. Sono felicissimo, devo ancora realizzare, dobbiamo continuare su questa strada”. Così Diego Coppola, difensore del Verona che ha deciso la partita contro l’Udinese, commenta la sua prodezza dai microfoni di Dazn. “Farò di tutto per questa maglia, sono qua da quando ho otto anni- dice ancora Coppola -. Sono felice per questo gol, anche per i momenti difficili che ho avuto. Ci voleva”. Ma qual è il segreto di questo Verona rivoluzionato dal mercato di gennaio ma sempre molto determinato sulla via della salvezza? “Il nostro segreto è allenarsi sempre al massimo – risponde -. Interpretiamo bene gli scontri diretti, non abbiamo paura, l’atteggiamento fa tanto in queste partite. Se i tanti cambiamenti a gennaio ci hanno unito? Nella nostra testa c’è sempre stata la voglia di salvarci, indipendentemente dai giocatori in squadra. Preferiamo magari non avere top-player ma giocatori determinati a dare il massimo per salvarsi”.

CALENDARIO

CLASSIFICA

Hellas Verona – Udinese


 

LA PARTITA
Il veleno è nella coda. In pieno recupero un’incornata di Diego Coppola, veronese doc
, manda all’inferno l’Udinese e regala tre punti d’oro al Verona sulla strada della salvezza. Una sconfitta pesante per i friulani e di straordinario valore per i veneti che vedono decisamente più sereno il futuro. La decide un ragazzo, classe 2003, cresciuto nelle giovanili della società gialloblù, un dettaglio importante che esalta ancor di più la notte del Bentegodi. Primo tempo specchio della stagione delle due squadre. Una sola occasione per parte, tanta corsa, lotta e buona volontà ma due formazioni che faticano a palleggiare, a costruire gioco contro difese schierate e che si animano solo quando trovano spazi aperti. Nessuna delle due, ovviamente, lascia campo all’altra e nei primi 45′ le uniche due emozioni degne di nota sono due calci d’angolo. Su quello a favore dell’Udinese la palla bassa entra nel cuore dell’area gialloblù e Lucca ci prova con un colpo d’esterno a cinque metri dalla porta dell’Hellas.

Soccer: Serie A; Hellas Verona vs Udinese Calcio


 

Montipò dimostra ancora la propria bravura, respingendo con ottima prontezza di riflesso. Sui titoli di coda della frazione angolo di Lazovic, la difesa dimentica di marcare Noslin che di testa può colpire indisturbato, palla che si stampa sul palo alla sinistra di Okoye. Poco, davvero poco per entrambe per sperare di vincere la partita. In avvio di ripresa il Verona parte forte ma la grande opportunità è per l’Udinese. Samardzic si defila in area e poi smazza di tacco un assist spettacolare per Lucca il cui destro, però, decolla. L’Udinese prende fiducia, Ezybue non sfrutta un bel traversone di Kamara, poi Bjiol di testa sfiora il palo alla destra di Montipò. La partita è più divertente perchè le squadre si allungano e gli attaccanti hanno più spazio. Annullata per fuorigioco una rete a Pereyra il Verona ha la palla giusta con Cabal ma il suo sinistro è preda di Okoye. Con il passare del tempo le squadre tornano ad essere più guardinghe e diventano importanti le palle inattive. Su una di queste altro legno colpito dal Verona. Punizione di Duda, Folorunsho di testa colpisce la traversa dei friulani. E’ l’anticipo del gol. Angolo di Duda, Coppola vince il duello con Bjiol e batte Okoye. Il Bentegodi è in paradiso.

 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//shulugoo.net/4/6884838