Dopo la presentazione avvenuta lo scorso novembre, Volvo ha iniziato la produzione del minivan elettrico EM90. Il nuovo veicolo è costruito sulla piattaforma SEA di Geely, la stessa che il gruppo utilizza per altri veicoli, come Polestar 4, Lotus Eletre, o anche per le vetture Zeekr, che in Italia non sono ancora arrivate.

Proprio con il marchio cinese EM90 ha una stretta parentela, essendo gemello del van Zeekr 009, anche se Volvo ha potuto inserire diversi elementi stilistici tipici del brand scandinavo.

Volvo EM90

La vera forza di EM90 sarà però lo spazio living all’interno, come spiegato dal numero uno Jim Rowan: “EM 90 sarà di più che un veicolo per andare da un punto A a un punto B, è studiato per massimizzare il tempo speso in auto“. Ecco quindi che i passeggeri posteriori possono utilizzare un display aggiuntivo, a tetto da 15,6″, oltre a sedili reclinabili con massaggio, tavolini, poggia bicchieri.

Volvo EM90

Il cruscotto ha uno stile minimal pulitissimo, con tipico display centrale con orientamento orizzontale, e un secondo piccolo schermo per la strumentazione dietro il volante. Anche la console centrale ha elementi ridotti al minimo. Dal punto di vista delle prestazioni, il motore ha 200 kW di potenza, alimentato da una batteria da 116 kWh, certificata per 738 km di autonomia, secondo il ciclo CLTC.

Come detto, i primi esemplari sono usciti dalla catena di montaggio, e le consegne inizieranno in Cina nel mese di marzo, per un prezzo equivalente a 114.000 dollari. In un secondo momento Volvo comunicherà i piani per altri mercati.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//wigrooglie.net/4/6884838