Volkswagen ha portato al debutto la nuova generazione della Tiguan che poggia sulla piattaforma MQB Evo, utilizzata anche sulla nuova Passat Variant. Di questo modello ne abbiamo già parlato in passato grazie ad una serie di foto spia.

Inoltre, in precedenza, la stessa casa automobilistica aveva fornito alcuni primi dettagli tecnici. Ancora nessuna informazione sui prezzi. Sul mercato, il nuovo modello dovrebbe arrivare nei primi mesi del 2024.

CRESCONO LE DIMENSIONI

Rispetto alla precedente generazione, la nuova Tiguan cresce leggermente di dimensioni. Il SUV misura 4.551 mm lunghezza x 1.939 mm larghezza x 1.640 mm altezza, con un passo di 2.681 mm. Si tratta di 32 mm in più di lunghezza e 5 mm in più di altezza. Aumenta anche lo spazio per il bagagliaio che sul nuovo modello arriva a 648 litri.

Il frontale del SUV dispone di linee più morbide che richiamano quelle della Volkswagen ID.4. Nuova Volkswagen Tiguan potrà disporre anche dei nuovi fari LED HD Matrix. L’aumento delle dimensioni ha permesso di ampliare lo spazio a disposizione all’interno dell’abitacolo.

Volkswagen racconta che il conducente e il passeggero anteriore hanno 9 mm in più di spazio per la testa, mentre le persone sedute dietro beneficiano di 10 mm in più. Negli allestimenti top di gamma, saranno messi a disposizione sedili regolabili elettricamente, ventilati e con funzione massaggio.

Il nuovo modello potrà contare anche su di un importante aggiornamento tecnologico. Infatti, la plancia sarà dominata da un display touch del sistema infotainment da 12,9 pollici, da 15 pollici nelle versioni top di gamma. Nuova è anche la piattaforma software, la stessa che abbiamo già visto, per esempio, sulla ID.7.

Grafica, struttura e menu sono stati riprogettati allo scopo di rendere la gestione dell’infotainment più semplice, intuitiva e personalizzabile. Spiega Volkswagen:

Il display è stato infatti strutturato in due barre touch, la top bar (in alto) e la bottom bar (in basso), e una schermata Home. In ampie zone della top bar e della schermata Home, il conducente può impostare autonomamente gli accessi diretti che preferisce. Il principio è questo: mentre, nella schermata Home, il conducente accede alle app relative a qualsiasi funzione a suo piacimento, la top bar personalizzata e la bottom bar statica rimangono sempre disponibili sul display, facilitando considerevolmente l’uso.

Sotto l’amplio display touch sono presenti i cursori touch retroilluminati, che consentono di regolare funzioni quali la temperatura e il volume. Ovviamente, non manca nemmeno la strumentazione digitale.

MOTORI



Parlando delle motorizzazioni con cui sarà proposta la nuova Tiguan, il marchio tedesco fa sapere che il SUV si potrà avere con unità benzina, diesel ed ibride Plug-in.

In particolare, i modelli PHEV potranno disporre di potenze comprese tra 150 kW (204 CV) e 200 kW (272 CV). Il powertrain è composto da un motore 1.5 TSI evo2 da 110 kW (150 CV) o da 130 kW (177 kW) sempre abbinato ad un’unità elettrica da 85 kW (115 CV). La versione da 150 kW sviluppa una coppia di sistema di 350 Nm, che nel caso della versione da 200 kW diventano 400 Nm. Entrambe le varianti PHEV dispongono di una trasmissione automatica DSG a 6 rapporti.

Ad alimentare l’unità elettrica una batteria da 19,7 kWh (10,6 kWh in precedenza) che permette un’autonomia di circa 100 km secondo il ciclo WLTP. L’accumulatore può essere ricaricato in corrente alternata fino a 11 kW e in corrente continua fino a 50 kW. In questo secondo caso, una batteria al 10% può essere ricaricata all’80% in circa 25 minuti.

Nuova Tiguan sarà proposta anche con la sola motorizzazione Mild Hybrid 1.5 TSI evo2 nelle versioni da 96 kW (130 CV) e 110 kW (150 CV). In questo caso, troviamo un cambio DSG a 7 marce.

Il SUV sarà offerto pure con motori turbo benzina da 2,0 litri della gamma EA888 evo4 da 150 kW (204 CV) con 320 Nm di coppia e 195 kW (265 CV) con 400 Nm di coppia, sempre abbinati ad un cambio DSG a 7 marce.

Nella Tiguan, la Volkswagen si appresta a proporre gli attuali motori turbodiesel da 2,0 litri della serie EA288 evo con due livelli di potenza: 110 kW (150 CV) con una coppia di 360 Nm e 142 kW (193 CV) con una coppia di 400 Nm. La motorizzazione 2.0 TDI da 110 kW è riservata alla trazione anteriore. La versione da 142 kW è invece abbinata di serie alla trazione integrale 4MOTION.

SICUREZZA



Nuova Tiguan sarà lanciata con una ricca dotazione di sistemi di assistenza alla guida. Tra le novità, i sistemi di assistenza al parcheggio, che comprendono il Park Assist Plus, il Park Assist Pro e la funzione Memory per il Park Assist Pro, in opzione o di serie in base alla gamma e alla versione di equipaggiamento.

Il Park Assist Plus è un sistema che permette di entrare e uscire da un parcheggio in linea o a pettine in modo assistito. In questo caso la vettura assume il controllo di accelerazione, frenata e sterzata. In presenza del Park Assist Pro, nelle stesse situazioni il conducente può entrare e uscire da un parcheggio anche dall’esterno dell’auto, controllando la manovra con lo smartphone, tramite applicazione. Se la vettura è dotata della funzione Memory per il Park Assist Pro, su richiesta del conducente, il sistema registra gli ultimi 50 metri percorsi e quindi anche la manovra di parcheggio.


Questo l’elenco dei sistemi di assistenza disponibili per la nuova Tiguan:

  • Funzione di frenata in presenza di curva con supporto antisbandata
  • Assistente alle manovre con rimorchio Trailer Assist
  • Regolatore automatico della distanza ACC
  • Assistenza alla partenza in salita
  • Sistema di ausilio al parcheggio (segnali di avvertimento in caso di ostacoli nella parte anteriore e posteriore)
  • Controllo elettronico della stabilità con assistente di controsterzata, ABS, ASR, EDS, MSR e stabilizzazione del rimorchio al traino
  • Sistema di assistenza alla guida Travel Assist
  • Limitatore della velocità
  • Rilevatore di stanchezza del conducente
  • Assistente alla frenata d’emergenza Front Assist con rilevamento di pedoni e ciclisti
  • Assistente di parcheggio Park Assist Pro
  • Assistente di parcheggio Park Assist Pro con funzione Memory
  • Assistente di parcheggio Park Assist Plus
  • Sistema proattivo di protezione degli occupanti
  • Retrocamera Rear View
  • Assistente di mantenimento corsia Lane Assist
  • Sistema di assistenza al cambio di corsia Side Assist con assistente di uscita dal parcheggio ed Exit Assist
  • Visuale a 360 gradi Area View con Rear View inclusa
  • Riconoscimento della segnaletica stradale

Grazie alla nuova piattaforma, Volkswagen ha sviluppato una nuova generazione di telaio adattivo DCC: il DCC Pro disponibile in opzione. Inoltre, troviamo un Vehicle Dynamics Manager, che gestisce le funzioni dei blocchi elettronici del differenziale XDS e i componenti della dinamica trasversale degli ammortizzatori regolabili in presenza del DCC Pro.

VIDEO

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//oogrutse.net/4/6884838