La polizia ha identificato il presunto responsabile della violenza ai danni di una ragazza di 15 anni della provincia di Monza e Brianza: un fatto avvenuto nel pomeriggio di martedì 26 dicembre a Pavia in una zona in riva al Ticino. Si tratta di un minorenne che saltuariamente risiede a Pavia. A darne notizia è oggi il quotidiano “La Provincia pavese”.

Gli investigatori lo stanno ricercando. Non è escluso che il giovane si sia allontanato dalla città per evitare di essere arrestato.

I due si erano conosciuti tramite i social la vigilia di Natale e si erano dati appuntamento il pomeriggio del 26 dicembre alla stazione di Porta Garibaldi a MIlano. Poi il viaggio in treno verso Pavia e il drammatico episodio avvenuto nella zona dell’area Vul, vicino al fiume.

Dopo aver subito la violenza la ragazza, disperata, aveva telefonato in lacrime al 112 chiedendo di lasciare un ultimo messaggio a sua madre e poi si era gettata nelle gelide acque del fiume. Il coraggio di due agenti, tuffatisi in Ticino, le aveva salvato la vita: con loro si è anche complimentato il ministro degli Interni, Matteo Piantedosi.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//chaipoodrort.com/4/6884838