È la villa dei “quasi”: il quasi matrimonio con Marta Fascina, la quasi università “del pensiero liberale” (chissà se sarebbe davvero andato a insegnarci un certo professor Putin), il quasi centro del potere berlusconiano, perché dalle sue segrete stanze sono passate le eminenze che sussurravano al Cavaliere ma a livello simbolico la toponomastica suggerisce altri celebri indirizzi. Villa Gernetto guarda dall’alto la valle del Lambro, in Brianza, e al romanticismo del bosco che la circonda si unisce una solida realtà: allo stipendiato comune, per comprarla, servirebbe qualche migliaio di vite.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//doostozoa.net/4/6884838