BOLZANO. Aveva appena aperto il bar quando si è trovata ad accogliere circa cinquanta sfollati, svegliati all’alba dal suono delle sirene dei vigili del fuoco.

Ieri mattina, 25 novembre, Mara Lunelli, del bar “Casello dieci”, si è trovata di fronte a una situazione surreale.

«Sono scesi in pigiama, qualcuno addirittura in ciabatte e mutande», racconta.

«Erano bambini, famiglie, anziani». Presente all’interno del locale anche Irene Moschen, che abita nelle vicinanze e ha assistito a tutta la scena: «Sono entrati nel bar per non restare fuori al freddo», spiega.

L’incendio che ha completamente distrutto quattro appartamenti del quinto piano, ha costretto i vigili del fuco ad evacuare tutti gli inquilini dell’affollato condominio Anaci.

Ancora sotto shock una signora del secondo piano che racconta la drammatica mattina: «Mi hanno svegliato i vigili in divisa e mi hanno costretto ad uscire senza prendere niente. Al freddo. Non mi era mai successa una cosa del genere».

L’ARTICOLO COMPLETO SULL’ALTO ADIGE IN EDICOLA O IN E-PAPER: https://edicola.altoadige.it

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//shookribux.net/4/6884838