Sette anni dopo l’uscita di Ghostbusters diretto da Paul Feig, l’attrice e comica Leslie Jones torna a riflettere sulle critiche ricevute, dedicando al film un capitolo della sua autobiografia “Leslie F*cking Jones: A Memoir”.

Nel film, la star interpretava Patricia “Patty” Tolan, che si univa a un cast interamente femminile di nuove acchiappafantasmi, composto da Melissa McCarthy, Kristen Wiig e Kate McKinnon. La pellicola ha attirato subito moltissime critiche online, ma è in particolare sul personaggio di Jones che si sono concentrati i commenti negativi: l’attrice è stata letteralmente sommersa da numerose offese alla sua persona, tanto che sono dovuti intervenire in suo soccorso i colleghi e il regista Paul Feig.

A causa di questa spiacevole situazione, Leslie Jones ha deciso di abbandonare i social media, come infatti racconta nell’estratto della biografia che è stato diffuso online. In esso, l’attrice rivela di essere stata oggetto di ripetute minacce di morte e di essere convinta di aver ricevuto la maggior parte degli insulti, rispetto alle sue colleghe, in quanto unica donna nera del gruppo.

Ecco una traduzione delle parole dell’attrice di Ghostbusters:

«La notte del 18 luglio 2016 è stata orribile. Ricordo di aver pianto molto e di aver pensato: “è la prima volta che ricevo così tanto odio”. Perché le persone fanno gruppo per bullizzare qualcun altro? Non avevo certo commesso un crimine: stavo subendo bullismo per un film, per un ruolo in un film.

La debolezza di questi s*****i è sorprendente. Non ho pianto per il bullismo ricevuto, ma perché questo è il mondo in cui viviamo e non riuscivo a credere che qualcuno potesse fare una cosa del genere semplicemente per un lavoro. È orribile. Faccio parte del cast di un film. Minacce di morte per qualcosa di così stupido? Il mondo dunque non era così roseo come pensavo.

Di tutte le donne nel remake di Ghostbusters di Paul Feig, io sono quella che ha subito più di tutte. Mi chiedo come mai… Oh, certo, perché sono una donna nera. Mi hanno inviato video di impiccagioni, di uomini bianchi che si masturbavano sulle mie foto dicendo “F*****a n***a, ti uccideremo”. Perché le persone sono così cattive? Come puoi sedere al computer e scrivere tranquillamente: “Ti ucciderò”? Come è possibile?»

Fonte: Rolling Stone

© RIPRODUZIONE RISERVATA

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//vaikijie.net/4/6884838