NEW YORK — Le minacce di Trump alla Nato dividono il Partito repubblicano, con i suoi fedeli sostenitori che lo difendono e cercano di minimizzare i pericoli, e i moderati responsabili che invece ci leggono la conferma del motivo per cui non dovrebbe più mettere piede nella Casa Bianca. Il problema però è che il Gop ormai è in mano alla prima fazione, nessuno può davvero garantire che Donald non realizzerebbe nel secondo mandato quello che non gli è riuscito nel primo, e tutto questo riapre anche il dibattito sulle motivazioni profonde della sua ammirazione per l’autocrate Vladimir Putin, non chiarite dall’inchiesta

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//oulsools.com/4/6884838