trailer, trama, cast e foto del film di Emma Dante

Home Dramma Misericordia: trailer e trama del film di Emma Dante (Al cinema dal 16 novembre)

Dopo il successo de Le Sorelle Macaluso, Emma Dante torna al cinema dal 16 novembre con una potentissima storia di violenza e tenerezza.

16 Novembre 2023 08:59

Dopo la presentazione in anteprima nazionale, fuori concorso alla Festa del Cinema di Roma, partire dal 16 novembre nei cinema d’Italia con Teodora Film arriva Misericordia, il nuovo film di Emma Dante (Le sorelle Maccaluso) tratto dal suo omonimo spettacolo teatrale.

Misericordia – Trama e cast

La trama ufficiale: Sicilia, un piccolo borgo marinaro di casupole in pietra grezza, in mezzo a rifiuti e rottami. Alle spalle una montagna maestosa. Qui nasce e cresce Arturo, figlio della miseria e della violenza, qui muore la sua mamma mettendolo al mondo. Betta, Nuccia e la giovane Anna, prostitute come lo era sua madre, se ne prendono cura come se fosse un figlio, nella misericordia di un amore disperato fatto di carezze e insofferenza, crudeltà e tenerezza. Ormai Arturo ha diciotto anni, in alcuni momenti sembra un bambino, in altri un vegliardo. È nato difettoso, si muove in modo strambo, partecipa al mondo con un animo diverso. Guarda alle persone intorno a sé come alla montagna che scala: senza paura. È un invisibile fra gli invisibili e deve combattere, come tutti a Contrada Tuono, per la sopravvivenza, ma il suo sguardo puro e diverso porta con sé la speranza.

Misericordia è interpretato da Simone Zambelli, Simona Malato, Tiziana Cuticchio, Milena Catalano, Fabrizio Ferracane, Carmine Maringola, Sandro Maria Campagna, Marika Pugliatti, Georgia Lorusso, Rosaria Pandolfo.

Misericordia – Il trailer ufficiale

Curiosità sul film

  • Diretto da Emma Dante, anche autrice del soggetto (tratto dalla sua omonima opera teatrale), Misericordia è scritto da Emma Dante, Elena Stancanelli e Giorgio Vasta.
  • Il cast tecnico: fotografia di Clarissa Cappellani / Scenografia di Emita Frigato / Montaggio e Sound design di Benni Atria / Costumi di Vanessa Sannino / Musiche di Gianluca Porcu / Casting di Maurilio Mangano / Aiuto regia Cinzia Castania / Fonico di presa diretta Gianluca Costamagna / Montaggio del suono Francesca Genevois / Montaggio effetti sonori Francesco Albertelli & Fabrizio Alviti.
  • Il film è una produzione Rosamont con Rai Cinema, con il sostegno della DG Cinema e Audiovisivo e del Fondo per l’Audiovisivo Friuli Venezia Giulia, prodotto da Marica Stocchi, produttori esecutivi Gianluca Arcopinto e Marcello Mustilli.

Emma Dante – Note biografiche

Regista teatrale e cinematografica, drammaturga, romanziera e scrittrice di favole, Emma Dante è una delle punte di diamante della cultura italiana contemporanea. Autrice coraggiosa e innovativa di testi teatrali con mPalermu, frammento iniziale di quella Trilogia della famiglia siciliana, continuata con Carnezzeria e Vita mia, che nel 2001 decretò il successo della sua opera, dopo numerosissimi lavori di prosa e prestigiose incursioni nelle regie del grande teatro d’opera, la regista palermitana approda, nel 2013, anche al cinema con un lavoro tratto dal suo primo romanzo omonimo, Via Castellana Bandiera. Nel 2020 arriva il secondo film, il pluripremiato Le sorelle Macaluso, tratto da una sua pièce teatrale dallo stesso titolo. “Misericordia”, il suo terzo lungometraggio, è tratto dall’omonima pièce teatrale che ha debuttato al Piccolo Teatro di Milano nel gennaio 2020, e che era ancora in scena fino a due settimane fa a Parigi al Théâtre du Rond Point (dopo l’esordio parigino l’anno scorso al Théâtre des Bouffes du Nord).

Misericordia – Lo spettacolo teatrale

«Misericordia è una favola contemporanea. Racconta la fragilità delle donne, la loro disperata e sconfinata solitudine». Così Emma Dante presenta il nuovo spettacolo con il quale il Biondo di Palermo rinnova la collaborazione artistica con il Piccolo Teatro di Milano. Il testo racconta la storia di tre donne che si prostituiscono e di un ragazzo menomato che vive con loro in un monovano lercio e miserevole. Durante il giorno le donne lavorano a maglia e confezionano sciallette; al tramonto, sulla soglia di casa, offrono ai passanti i loro corpi cadenti.

«Arturo non sta mai fermo – spiega Emma Dante – è un picciutteddu ipercinetico. Ogni sera, alla stessa ora, va alla finestra per vedere passare la banda e sogna di suonare la grancassa. La madre di Arturo si chiamava Lucia, era secca come un’acciuga e teneva sempre accesa una radiolina. La casa era china ’i musica e Lucia abballava p’i masculi! Soprattutto per un falegname che si presentava a casa tutti i giovedì. L’uomo era proprietario di una segheria dove si fabbricano cassette della frutta, guadagnava bene ma se ne andava in giro con un berretto di lana e i guanti bucati. Lo chiamavano “Geppetto”. Alzava le mani. Dalle legnate del padre nasce Arturo, mentre Lucia muore due ore dopo averlo dato alla luce. Nonostante l’inferno di un degrado terribile, Anna, Nuzza e Bettina se lo crescono come se fosse figlio loro. Arturo, il pezzo di legno, accudito da tre madri, diventa bambino».

Misericordia – Il poster ufficiale

Foto: Marie Gioanni

Leave a Comment