trailer e intervista al regista

Home Film The Toxic Avenger: teaser trailer e nuova intervista al regista del remake con Peter Dinklage

The Toxic Avenger, disponibili un teaser trailer e una nuova intervista a Macon Blair, il regista del remake targato Legendary Entertainment con Peter Dinklage del cult anni 80 della Troma.

4 Novembre 2023 14:21

The Toxic Avenger, disponibile un teaser trailer e una intervista a Macon Blair, il regista del remake Legendary Entertainment cult della Troma che vede Peter Dinklage nei panni del protagonista Winston Gooze e Kevin Bacon in quelli dell’antagonista principale.

The Toxic Avenger trama ufficiale e primo poster del remake con Peter Dinklage

The Toxic Avenger – Trama e cast

La trama ufficiale: spiega che il film è una “nuova rivisitazione del classico di Lloyd Kaufman” e viene spiegato che “Mentre il film originale (che è stato presentato per la prima volta nel 1984 – quasi 40 anni fa!) seguiva il destino di Melvin Ferd Junko III (Mitch Cohen), che passa da zero a eroe tossico in un caso di bullismo andato storto, la versione contemporanea di Macon Blair segue una creatura nuova di zecca orribilmente deformata di dimensioni e forza sovrumane. Peter Dinklage interpreta “il bidello oppresso Winston Gooze che, dopo essere caduto in una vasca di rifiuti tossici, diventa nientemeno che The Toxic Avenger. Questa tempestiva rivisitazione punta ad esplorare temi ambientali mentre Winston si scontra con le forze malvagie dell’avidità e della corruzione per salvare suo figlio, i suoi amici e la sua comunità. Anche se questa storia esiste nei suoi propri termini, lo spirito rimane indubbiamente connesso all’originale.

Il film è interpretato anche da Kevin Bacon, Elijah Wood, Julia Davis, Taylour Paige e Jacob Tremblay. Il cast è completato da Julian Kostov, Sarah Niles, Spencer Wilding, Jonny Coyne, Lee Eddy, David Yow, Rebecca O’Mara, Owen Davis, Brent Werzner, Atanas Srebrev, Abraham Lewis, Byron Brown, Max Kraus, JR Esposito, Nathan Cooper, Chris Sharp, Randy E. Aguebor, Margo Cargill, Ivan Rangelov, Sophia Vassili, Ev Lunning, Simon Feek , Aleksandrina Sabeva.

The Toxic Avenger – Primo teaser trailer ufficiale

Il regista Macon Blair ha esordito nel 2017 con il thriller I Don’t Feel at Home in This World Anymore vincitore del Gran premio della giuria: U.S. Dramatic al Sundance poi passato direttamente su Netflix. Blair dirige il remake di “The Toxic Avenger” da una sua sceneggiatura basata sul film originale del 1984 di Lloyd Kaufman e Joe Ritter. Il regista Macon Blair è anche un attore, ha recitato in Gold – La grande truffa e American Woman e reciterà anche nel remake nel ruolo di Dennis.

Interviste al regista

Macon Blair (Photo by Sarah Kerver/Getty Images for Netflix)

Il regista Macon Blair ha recentemente parlato con il sito Collider del design di Toxie e ha rivelato che la sua riprogettazione originale per il suo film era ancora più mostruosa e sembrava “uno zombie”:

Sai una cosa? Ha iniziato molto più – come sarebbe un modo per dirlo – più simile a uno zombie, più marcito e molto più mostruoso. Abbiamo attraversato una serie, proprio quando eravamo nella fase artistica, e avevamo un paio di artisti davvero fantastici, una si chiamava Vanessa Menendez e l’altro si chiamava Jonas McCluggage, lui è un disegnatore di fumetti, lei è una pittrice. Stavo davvero esplorando alcuni veri look in stile La Notte dei morti viventi e poi ci siamo messi d’accordo abbiamo dato una seconda occhiata a questo e man mano che andavamo avanti, abbiamo cercato di umanizzarlo un po’ di più in modo che, anche se ha tutti questi foruncoli, non sono sicuro se le persone avranno visto il film origianle quando lo guarderanno oppure no “, ma non è uno spoiler il fatto che abbia un aspetto disgustoso: ha foruncoli, verruche e vesciche, ha un occhio super dilatato, ma al suo interno puoi ancora vedere molta umanità. E così abbiamo spinto il lato mostruoso delle cose davvero lontano e poi l’abbiamo riportato indietro.

In una precedente intervista con Bloody Disgusting, è stato rivelato che Toxie è interpretato da due attori diversi. Peter Dinklage interpreta il personaggio di Winston Gooze prima che si trasformi in Toxie, e dà la voce al personaggio e un’attrice britannica di origine portoghese  di nome Luisa Guerreiro è la persona con la maschera e il costume. Viene descritta come “una vera tosta. 40° in 13 kg di trucco in schiuma. Motori su tutto il viso per muovere le sopracciglia e cose del genere.”

Dinklage ha eseguito tutte le scene di Toxie su nastro in modo che Guerreiro potesse memorizzare le inflessioni e i movimenti della sua voce per il film. Il regista ha continuato spiegando come hanno fatto per dare vita a Toxie:

Peter ha interpretato l’intero film su videocassetta nei panni di Toxie. Solo se stesso. Ma mentre propone varie opzioni del suo personaggio a livello di battute, di postura e movimento e quanto velocemente fa tutto questo. C’è una sua versione video proprio in una stanza bianca che riproduce l’intero film. Luisa portava a casa quelle cassette, le memorizzava e le studiava. Lei ha interpretato i Teletubbies e gli Oompa Loompa. È come un’artista fisica. Quindi studia la sua andatura e i suoi tempi, le sue pause, le sue battute e tutto il resto. Lo replica sul set, e poi Peter, sei mesi dopo, torna e reinterpreta la voce in base a ciò che ha fatto. Quindi, Toxie è in realtà Luisa che interpreta Peter con la voce di Peter che interpreta Luisa.

Una delle cose più folli che sono emerse riguardo al remake di “The Toxic Avenger” è venuta dal montatore del suono del film, Casey Genton, diversi mesi fa, e riguardava una sequenza denominata “Butt Guts”:

Quando l’hanno testato, i fan del film erano al settimo cielo. Penso che sia qualcosa di diverso. Stanno dando ai fan quello che vogliono, di sicuro. Non mancano – so che tutti fanno riferimento alla testa del ragazzino che viene investito e cose del genere. Penso ci fosse una versione del film che aggiungeva qualcosa, quindi hanno fatto una scena molto…non voglio rovinarla, ma sì, è stata soprannominata la scena delle ‘budella’, ed è probabilmente il modo migliore per abbinarla all’energia della ‘testa che viene investita’ che tutti stanno cercando. Quindi è in linea con quello che vogliono i fan, e penso che sia divertente.

Durante un’intervista con /Film, al regista del film è stato chiesto di questa nuova scena “Butt Guts”.

Quindi vai a fare il film e c’è un budget limitato, quindi c’è la scena e devi operare entro questi limiti. E così abbiamo girato una scena in cui Toxie combatte i cattivi nel ristorante. E in realtà è stato fatto interamente, non appena inizia il combattimento, una volta che il primo ragazzo viene tagliato in faccia, non vedi realmente cosa sta succedendo. Vedi, dalla prospettiva esterna, schizzi di sangue sulla vetrina e cose del genere. Ma poi, quando siamo entrati nin post-produzione, penso che poiché la Legendary era soddisfatta di ciò che stavano vedendo o era entusiasta o altro, sono tornati e hanno detto: “Vorreste aggiungere qualche inquadratura aggiuntiva?” una sequenza completamente nuova, non un personaggio completamente nuovo, ma semplicemente un giorno di riprese solo per cose divertenti. Possiamo in qualche modo adeguare il budget per farlo…E quindi alcuni di quelle riprese che abbiamo realizzato erano solo alcuni piccoli effetti digitali realizzati dallo studio Phil Tippet. Ma uno di questi era quello che divenne noto come “Butt Guts Unit”, che nacque in questo modo…Mai un esempio migliore dei Butt Guts, al che ho pensato, “Sì potremmo semplicemente ottenere questi piccoli flash fuori contesto di ciò che Toxie sta effetivamente facendo in quel ristorante.” Stavamo mixando il suono del film di notte perché in realtà stavo lavorando su un altro film durante il giorno, quindi tutti erano un po’ stanchi e poco energici. E io ho pensato, ‘Penso che quello che dovremmo fare è che Toxie prenda lo spazzolone e strappi i pantaloni a questo ragazzo.’ E uno degli assistenti al montaggio del film, di nome Delaney, ha semplicemente aggiunto: ‘Sta per strappargli le viscere dal sedere?” E io ho risposto: “No…sì”.

E poi è arrivato il momento di scrivere al dirigente della Legendary, queste persone molto responsabili e potenti, ‘Infilerà il pugno nel sedere e tirerà fuori le sue viscere dal sedere.’ Invia! E poi mi sono svegliato la mattina dopo e ho pensato, ‘Oh, avrei dovuto aggiungere un po’ di contesto o spiegarmi un po’ meglio.’ Per qualche motivo, mi ha risposto, dicendo: ‘Sì, amico, per noi puoi farlo.” E così siamo finiti a Los Angeles, abbiamo girato un giorno in un negozio di effetti speciali dove hanno creato un sedere finto che aveva una cavità nel mezzo da cui si potevano estrarre gli intestini. E quindi avevamo un’unità dedicata il cui unico scopo era girare quella scena. C’erano solo due inquadrature nel film, ma era una di quelle in cui pensavo: “Sì, mi fa ridere”. E si spera che un numero sufficiente di persone avrà una reazione simile alla mia’”

Leave a Comment