Inter-Lazio 3-0 DIRETTA e FOTO per la seconda semifinale della Supercoppa italiana. La vincente affronterà lunedì sera il Napoli che ha battuto la Fiorentina 3-0.

All’87’ gol di Frattesi
Al 50′ raddoppio di Calhanoglu su rigore
Al 18′ gol di Thuram 

“Zerbin ha della doti incredibili purtroppo ora c’è l’esterofilia e non si guarda in casa. Ha talento ma deve solo migliorare un po’ davanti alla porta. E’ un ragazzo giovane che si trova a giocare in una grande squadra. Se continua così avrà un grande futuro. Giovanni Simeone è un giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero avere”. Lo afferma Walter Mazzarri al termine della vittoria in semifinale di Supercoppa contro la Fiorentina soffermandosi sul giovane esterno del Napoli, autore di una doppietta.. “Ho visto la partita della Fiorentina al San Paolo e ho pensato che Italiano avrebbe fatto le stesse cose stasera. Per questo ho pensato di dare più protezione: era l’unico modo per affrontare questa Fiorentina”, ha concluso

“La Supercoppa il primo obiettivo stagionale, l’abbiamo vinta negli ultimi due anni e vogliamo vincerla anche quest’anno. Però come l’Inter ci sono Napoli, Fiorentina e Lazio che hanno la stessa ambizione”. Lo ha detto il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi, in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Lazio nella semifinale di Supercoppa italiana. “Pressione? Diciamo che per allenare e giocare all’Inter bisogna essere abituati. Io la vivo molto tranquillamente, per quanto riguarda le ambizioni che abbiamo qua è il primo trofeo stagionale ma ce la giochiamo con altre squadre. Cercheremo di fare del nostro meglio, sapendo che domani incontreremo una squadra in striscia positiva, che nell’ultima partita in cui abbiamo vinto ci ha creato difficoltà – ha aggiunto -. È cambiata la formula, è nuova per tutti quanti, a partire da noi allenatori: bisognerà pensare alla partita di domani, sappiamo che non ci saranno supplementari e ci prepareremo anche per i rigori”.

 

 “Cosa penso del campionato arabo? L’arrivo di nomi importanti scatena interesse. A livello di sviluppo della parte tecnica poi è da vedere”. In vista della semifinale di Supercoppa contro l’Inter Maurizio Sarri parla della Lega calcistica araba: “I calciatori forti aiutano, ma ci sono tanti esempi che non hanno aiutato lo sviluppo di altre leghe come anni fa in America. C’è interesse, anche se in Europa non è seguitissimo. Auguro all’Arabia di sviluppare il proprio campionato. Poi Sarri assicura che non discuterà con l’ad della Lega calcio De Siervo dopo il botta e risposta sui soldi e la Supercoppa in Arabia: “Domani “litigherà” con De Siervo? Io non litigo mai, lui fa il suo lavoro. Io, se faccio delle critiche, le faccio per il calcio italiano. Ci terrei che tornasse quello di 20 anni fa, non per fare polemiche sterili. Quando uno ti dice quello che pensa, penso che sia anche un aiuto per migliorare. Se lo fa in malafede è un altro discorso”.

Marotta, ‘nessun fastidio per le parole di Allegri’

“Le dichiarazioni di Allegri? Non mi hanno dato fastidio, sono dinamiche che esistono da sempre nel calcio. Sono frasi più o meno ironiche e più o meno fantasiose. Inter e Juve rappresentano due realtà che fanno bene al calcio italiano, senza dimenticare il Milan che ci segue sicuramente”. Lo ha detto l’ad dell’Inter Giuseppe Marotta, intervistato da Sport Mediaset prima della sfida con la Lazio in Supercoppa italiana in replica alle parole del tecnico della Juve sulla lotta scudetto. “Questo campionato è molto più incerto rispetto all’ultimo e vedremo cosa succederà. Siamo in fase interlocutoria anche di queste schermaglie dialettiche, andremo a rispolverare altri aneddoti e battute piccanti. È anche il bello del calcio. Il calcio è fatto anche di botta e risposta, di risultati e di affermazioni più o meno piccanti. Tutto in un clima di grande correttezza”.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//hoowuliz.com/4/6884838