Una donna uccisa ogni tre giorni. In Italia i femminicidi non sono un’emergenza, ma qualcosa di peggio: un fenomeno endemico, una piaga sociale che ha le sue radici nella cultura patriarcale e misogina. Perché nonostante l’allarme sociale, nuove leggi e protocolli, non riusciamo a fermare la strage? Per capirlo il Venerdì in edicola domani è partito da due stanze e da un thriller. Stefania Parmeggiani ha visitato la stanza dell’ascolto protetto della questura di Roma, dove le vittime della violenza di genere rompono il silenzio, e ha intervistato poliziotte, magistrate, studiose e attiviste per capire cosa ancora non funziona nella prevenzione e nella protezione.

Gianluca Monastra è invece andato nel centro per uomini maltrattanti di Firenze, il primo aperto in Italia, dove si arriva su richiesta di un giudice o su invito di medici e avvocati, per raccontarci come attraverso colloqui individuali e sedute di gruppo gli psicologi cercano di rieducare gli uomini che odiano le donne.

Infine, Giuliano Aluffi ha intervistato Karin Smirnoff, l’autrice svedese che ha scritto il nuovo capitolo della saga Millennium. Lei, prima donna ad avere ereditato i personaggi di Stieg Larsson, ci spiega il grande merito dello scrittore avere raccontato al grande pubblico come la colpa delle violenze di genere non dipenda mai solo dall’autore, ma sia il frutto avvelenato di un sistema. E anche perché la sua Lisbeth d’ora in avanti non sarà più sola.

Lia Levi: il diario ritrovato di una bambina sfuggita ai nazisti



Sul nuovo numero, già online sul sito, il racconto di Lia Levi che oggi, novantenne, nel settembre del 1943 assistette all’arrivo dei nazisti a Roma e ne scrisse nel suo diario segreto di bambina. Un diario che oggi ha ritrovato e che racconta a Viola Giannoli.

Nella sezione dedicata alle scienze Antonio Calitri fa il punto sulle nuove terapie contro la miopia, un disturbo che riguarda 2,6 miliardi di pesone nel mondo e può avere anche conseguenze gravi.

Mentre tutti si accpigliano sulla pesca, la grande creativa Annamaria Testa, intervistata da Simone Mosca, dice che il problema è un altro: per comunicare bene bisogna essere liberi. E di questi tempi non è facile.

“Al loro talento devo la mia fortuna” ha detto a Simone Cosimi Martin Scorsese che torna con il nuovo film, Killers of the Flower Moon. Protagonisti: “loro”, ovvero, Robert De Niro e Leonardo Dicaprio

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//ookroush.com/4/6884838