Da Ramallah a Gaza, da Gerusalemme a Jenin: un viaggio alla scoperta della Palestina, superando la narrazione sbilanciata e stereotipata fatta dai media occidentali e ascoltando direttamente la pluralità di voci di un popolo che resiste. È questo l’obiettivo di Palestina, il nuovo numero del libro-magazine The Passenger, edito da Iperborea e in arrivo in tutte le librerie il 20 settembre 2023.

Curato da Marco Cacioppo, parte della squadra e tra i punti di riferimento giornalistico del mensile Best Movie, e dalla giornalista Eleonora Vio, il volume raccoglie il pensiero, i racconti e l’esperienza diretta di autori e giornalisti palestinesi, che testimoniano modi diversi di vivere e reagire all’occupazione israeliana.

C’è chi si è ritrovato coloni israeliani nella propria casa e chi è stato costretto all’esilio. Ci sono le donne, che alle pene dell’occupazione devono aggiungere quelle di una società conservatrice e ultrapatriarcale. C’è chi si è rassegnato, chi è fuggito e chi è rimasto. Palestina diventa così un affresco che mette in risalto il coraggio, la capacità di reagire al trauma, la pazienza, la forza e l’ostinazione che essere palestinesi comporta. Tra i contributi: In cammino verso Gerico, di Raja Shehadeh; Unisci i puntini per riconoscere il mostro, di Amira Hass; Una prigione a cielo aperto, di Asma’ al-Atawna; L’amore ai tempi di Qalandiya, di Taiye Selasi e molti altri ancora, impreziositi da fotografie e dalle illustrazioni di Edoardo Massa.

All’interno di questo percorso, che riflette la ricchezza dell’esperienza umana e delle molte voci e situazioni che animano questo Paese frammentato, non può mancare poi un’attenzione particolare per il cinema come strumento di resistenza culturale. In effetti, in nessun altro Paese il cinema locale ha avuto un ruolo così centrale nel farsi portavoce della storia identitaria, della memoria del passato e della precarietà del presente. Le varie testimonianze qui raccolte trovano così riscontro in una ricca filmografia che fa da filo conduttore, e che comprende, tra gli altri, titoli come: Villa Touma di Suha Arraf (2014), When I saw you (Lamma shoftak) di Annemarie Jacir (2012), Alam di Firas Khoury (2022), 3000 notti di Mai Masri (2015), The present di Farah Nabulsi (2020) e Il tempo che ci rimane (2009) di Elia Suleiman.

Il volume The Passenger – Palestina sarà presentato al pubblico giovedì 21 settembre alle ore 18 a Milano, nell’area mercato di Cascina Cuccagna (Via Privata Cuccagna 2/4). Nel corso dell’incontro interverranno l’editor Tomaso Biancardi, la scrittrice Widad Tamimi e la giornalista Eleonora Vio.

Maggiori informazioni sul sito della casa editrice Iperborea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//oogrutse.net/4/6884838