Stellantis ha annunciato l’introduzione di una piattaforma di cockpit virtuale in collaborazione con BlackBerry e AWS. Si tratta di una componente chiave di Stellantis Virtual Engineering Workbench (VEW), e permette di ridurre sensibilmente i tempi di sviluppo dei sistemi infotainment (fino a 100 volte). Grazie a questa novità, il Gruppo automobilistico è ora in grado di “realizzare versioni virtuali realistiche dei comandi e dei sistemi di un’auto, facendoli funzionare proprio come in un veicolo reale, ma senza che sia necessario modificare il software principale che li gestisce“. Il tutto riducendo in maniera drastica il tempo di lavoro necessario.

Stando a quanto raccontato, questa nuova piattaforma si avvale del QNX Hypervisor in the Cloud di BlackBerry, che per il momento è in accesso anticipato su AWS Marketplace nella gamma di strumenti basati sul cloud QNX Accelerate. Sfruttando l’accesso a QNX Hypervisor, Stellantis potrà integrare in un ambiente cloud una simulazione di un cockpit virtuale. Spiega il Gruppo automobilistico:

La prima piattaforma del settore per lo sviluppo di applicazioni integrate a criticità mista e multi-OS, include QNX Hypervisor Amazon Machine Images (AMIs) e interfacce hardware standard del settore, definite nello standard VirtIO Trout v1.2. Grazie a strumenti quali la virtualizzazione della grafica, dell’audio e delle periferiche di input come touchscreen/mouse/tastiera, la differenza tra l’esecuzione di sistemi basati su QNX Hypervisor in ambiente cloud rispetto all’hardware reale è minima se non nulla.

Lo sviluppo del software sta diventando sempre più importante per le case automobilistiche e per questo è un elemento importante del piano strategico Dare Forward 2030. Grazie a QNX Hypervisor nel cloud, Stellantis potrà replicare l’esperienza all’interno dell’abitacolo di uno specifico modello e di un determinato marchio, apportando modifiche in tempo reale in modo da rendere ottimale l’esperienza degli utenti. Yves Bonnefont, Chief Software Officer di Stellantis, ha commentato:

Il software sta diventando sempre più cruciale nei veicoli, il che ci porta a innovare il modo in cui lo sviluppiamo, testiamo e convalidiamo. Con il nostro cockpit virtuale, stiamo rivoluzionando non solo il nostro approccio, ma anche quello dei nostri fornitori e partner del settore. In sostanza, grazie a questa tecnologia siamo in grado di avvicinarci alle esigenze dei nostri clienti con cicli di sviluppo più rapidi, feedback più veloci e offerta più tempestiva della tecnologia che usano e apprezzano. Si tratta di un salto verso l’innovazione e l’efficienza che mettono il cliente al primo posto nel mondo dell’auto.

Questa tecnologia non brandizzata è presente anche al CES 2024 di Las Vegas.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//vaitotoo.net/4/6884838