Intel alza l’asticella nel mondo server e nello specifico con il suo futuro processore Sierra Forest, il primo interamente basato su E-core. Finora vi abbiamo raccontato – in verità l’ha fatto la stessa Intel – che Sierra Forest, un progetto basato su processo Intel 3, avrebbe offerto un totale di 144 core E-core.

La novità delle ultime ore è che Sierra Forest, il cui arrivo è previsto per la prima metà del 2024, “includerà una versione fino a 288 core“. Non si tratta di un numero legato ai thread, infatti gli E-core di Sierra Forrest sono tutti single-thread, quindi si parla di core fisici.

In una slide diffusa di recente, Intel ha mostrato che il fratello maggiore di Sierra Forest, Granite Rapids, sarà commercializzato in versioni fino a tre chiplet di calcolo. Siccome i due progetti sono compatibili dal punto di vista di socket, Intel ha deciso di realizzare una versione di Sierra Forest con 2 chiplet (come da foto), ognuno con 144 core, andando oltre l’originale configurazione a singolo chiplet.

Potenzialmente Intel potrebbe persino creare quindi un processore Sierra Forest con tre chiplet, per un totale di 432 core, anche se non è detto che lo faccia per questioni di prezzo, consumo e dissipazione del calore. Forse ciò avverrà con il successore di Sierra Forest, il già noto Clearwater Forest, in arrivo nel 2025 basato su processo Intel 18A. Quello che è certo è che, essendo Sierra Forest destinato anche a piattaforme dual-socket, si potranno creare sistemi con 576 core in totale.

Sierra Forest andrà a scontrarsi con le proposte AMD come EPYC Bergamo (128 core Zen 4c e 256 thread) e le architetture ARM, ovvero quelle soluzioni con un’alta densità di core pensate per alcuni ambiti del settore cloud e non solo. Intel afferma che Sierra Forest offrirà “una migliore densità rack 2,5 volte migliore e prestazioni per watt superiori di 2,4 volte rispetto agli Xeon di 4a generazione“.

Durante l’evento la società ha confermato che Granite Rapids, processore basato interamente su P-core con processo Intel 3, arriverà poco dopo il lancio di Sierra Forest offrendo da 2 a 3 volte le prestazioni di AI di Sapphire Rapids.

Prima, però, spazio a Emerald Rapids, aggiornamento di Sapphire Rapids che sarà commercializzato come Xeon di 5a generazione: il suo debutto è previsto per il 14 dicembre. Emerald Rapids promette migliori prestazioni e compatibilità con memoria più veloce, oltre a consumi simili a Sapphire Rapids, con il quale rimane compatibile da un punto di vista di socket.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//loazuptaice.net/4/6884838