MILANO – Maxi-acquisizione per Campari, che con un assegno da oltre un miliardo mette in cantina il cognac Courvoisier.

A mercati chiusi l’azienda italiana ha annunciato di avere avviato trattative in esclusiva con Beam Suntory per acquisire il 100% di Beam Holding France, che detiene a sua volta il brand Courvoisier.

Il dettaglio dell’operazione prevede un prezzo fisso di acquisto di 1,2 miliardi di dollari (1,11 miliardi di euro al tasso di cambio odierno), in assenza di cassa o debito finanziario. Oltre al prezzo di acquisto, è previsto un pagamento aggiuntivo di massimo 120 milioni di dollari pagabile nel 2029 sulla base del raggiungimento di obiettivi di vendite nette realizzate nell’esercizio 2028. Il corrispettivo enterprise value è pari quindi a 1,32 miliardi di dollari (1,22 miliardi di euro).

Scorrendo lo storico delle acquisizioni di Campari, quella appena annunciata è di gran lunga la più importante: doppia i 584 milioni del 2009 per Wild Turkey, supera i 490 del 2016 per Grand Marnier. La stessa Campari la definisce “la più rilevante operazione nella storia di Campari Group, che consente un significativo potenziamento negli Stati Uniti, con un potenziale di trasformazione a lungo termine del profilo di crescita nella strategica regione asiatica”.

Tra i punti salienti si indicano la “forte complementarietà con l’offerta degli iconici brand francesi del gruppo: ampliamento dell’infrastruttura di distillazione, della capacità di imbottigliamento e di stoccaggio in Francia, a supporto delle altre attività locali del Gruppo, associato a rapporti consolidati con viticoltori e fornitori nella regione del Cognac”.

Una nota ricorda che la Maison Courvoisier è stata fondata nel 1828 da Félix Courvoisier a Jarnac, nella regione francese della Charente. Courvoisier, spiega Campari, “è la più recente e la più premiata delle ‘big four’ case storiche di cognac; ha ricevuto il titolo di Fornitore Ufficiale della Casa dell’Imperatore da Napoleone III, ha fornito le corti reali d’Europa ed è stata la bevanda preferita della Belle Epoque, scelta per celebrare l’inaugurazione della Torre Eiffel e l’apertura del Moulin Rouge”.

“Siamo entusiasti di acquisire una delle prime quattro case storiche di cognac, Courvoisier, con un significativo potenziale ed espressioni molto rinomate. L’aggiunta di Courvoisier al nostro portafoglio di priorità globali costituisce un’opportunità unica e rara di espandere il nostro portafoglio di premium spirit e la nostra offerta di premium spirit e cognac”. Così Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer di Campari Group spiega i motivi che hanno portato la società a decidere di acquisire il brand Courvoisier avviando trattative in esclusiva con Beam Suntory.

Per l’ad è una “opportunità unica per rafforzare le credenziali di questo marchio come icona globale del lusso, diventano il cognac il quarto asse di sviluppo di Campari Group insieme ad aperitivi, bourbon e tequila. Inoltre, siamo lieti di accelerare il nostro percorso di premiumizzazione, arricchendo ulteriormente il nostro portafoglio RARE, la divisione creata per accelerare il potenziale di crescita di una gamma selezionata di marchi ed espressioni super e ultra-premium nei nostri principali mercati.”.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//phuruxoods.com/4/6884838