Da Venezia a Los Angeles, dal Leone d’Argento all’Oscar: è la parabola che spera di fare Matteo Garrone, regista di Io Capitano, ovvero il film che l’Italia ha scelto come candidato per la 96° edizione degli Academy Awards. In una nota resa nota dall’Anica, il Comitato di Selezione ha spiegato la sua scelta.

L’Odissea di due ragazzi senegalesi che decidono di lasciare Dakar per arrivare in Europa, ha avuto la meglio su altri undici film in lizza per rappresentare l’Italia: tra veterani del cinema nostrano come Nanni Moretti, Marco Belocchio e Gabriele Salvatores, novitàcome l’esordiente regista Paola Cortellesi, Giuseppe Fiorello e altri grandi nomi, è stato scelto Io Capitano perché «incarna con grande potenza e maestria cinematografica il desiderio universale di ricerca della libertà e della felicità. Creando un’epica del sogno che mette in scena il coraggio e il dolore che segnano da sempre le migrazioni, in una dimensione di profonda umanità».

Il film – una co-produzione internazionale Italia-Belgio realizzato da Archimede con Rai Cinema, Tarantula, Pathé e Logical Content Ventures – punta ora a entrare nella shortlist dei quindici miglior film internazionali selezionati dall’Academy, che verrà resa nota il 21 dicembre 2023. Il passo successivo sarà l’approdo alla nomination ufficiale di categoria, rivelata il 23 gennaio 2024, e quindi se tutto andasse bene la cerimonia di premiazione degli Oscar che si terrà il 10 marzo 2024.

Io Capitano si presenta da vincitore del Premio Mastroianni per il miglior attore esordiente a Seydou Sarr e il Leone d’ Argento per la miglior regia a Matteo Garrone all’ultima Mostra del Cinema di Venezia. Titoli che fanno ben sperare per una candidatura all’Italia dopo quella recente de 2022, quando È stata la mano di Dio era riuscito a entrare in cinquina agli Oscar ma non a vincere.

«Ringraziamo la Commissione che ha scelto Io Capitano di Matteo Garrone all’interno di una selezione, in particolare quest’anno, di ottimo cinema – è il commento di Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema – È un onore partecipare alla gara per gli Academy Awards con un’opera di un autore dal talento straordinario che sa parlare la lingua del mondo, che riesce a trattare uno dei temi più complessi della nostra contemporaneità e farsi intendere da tutti, trasfigurando le immagini che abbiamo quotidianamente davanti i nostri occhi per trasformarle in un racconto epico, dai forti tratti emotivi, che va dritto al cuore di ogni spettatore».

Io Capitano è nelle sale (non doppiato ma lasciato nella lingua originale wolof dei due protagonisti) dal 7 settembre 2023

Foto: Rai Cinema – Getty Images

Fonte: Anica

© RIPRODUZIONE RISERVATA

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//shulugoo.net/4/6884838