Rocket Lab è una delle società più interessanti quando si tratta di razzi spaziali per lanciare carichi utili con massa contenuta. Il suo vettore leggero Electron si è dimostrato affidabile (pur con qualche problema durante la sua carriera) venendo lanciato per 41 volte complessivamente e nove volte solo nel 2023. Durante l’ultimo lancio, avvenuto nelle scorse ore, è stata riscontrata un’anomalia durante l’accensione del propulsore del secondo stadio.

Il problema ha fatto perdere il carico utile mentre le cause sono in fase di chiarimento. Sempre Rocket Lab punterà a riutilizzare i razzi spaziali Electron riducendo così i costi e aumentando la cadenza di lancio. La società sta anche lavorando alla realizzazione di un vettore medio chiamato Neutron che sta pian piano prendendo forma nei suoi stabilimenti. Questo permetterà di mettere in orbita un maggior numero di satelliti contemporaneamente o satelliti più grandi, cercando così di essere una valida alternativa ad altre realtà.

Rocket Lab: problema durante il 41° lancio di un razzo spaziale Electron

Alle 8:55 di oggi (ora italiana) un razzo spaziale Electron è stato lanciato dal Launch Complex 1 di Mahia, in Nuova Zelanda per la missione dal nome We Will Never Desert You. Inizialmente la partenza era programmata per un orario diverso, ma il meteo non era favorevole, posticipando così di alcune decine di minuti il lancio. La prima parte dell’ascesa è stata eseguita correttamente e tutto sembrava promettere per il meglio.

rocket lab

Il problema è avvenuto dopo la separazione tra primo stadio e secondo stadio, quando erano passati circa 2’30” dal decollo. Il live streaming si è interrotto facendo capire che qualcosa era andato storto anche se il motore del secondo stadio sembrerebbe essersi acceso correttamente. Rocket Lab e il suo CEO, Peter Beck, si sono scusati con il cliente Capella Space per la perdita del carico utile.

electron

La società ha annunciato che sta lavorando con l’FAA per determinare le cause che hanno portato al fallimento della missione. Sempre Rocket Lab ha comunque sottolineato come il razzo spaziale Electron ha portato in orbita 171 satelliti grazie a 37 missioni di successo (sulle 41 totali, compresa l’ultima fallita). Nel 2020 e 2021 altri due stadi superiori riscontrarono problemi (per cause diverse). Si tratta di numeri complessivamente positivi e non dovrebbero avere ripercussioni particolari sulla società.

rocket lab electron

In precedenza erano già stati lanciati satelliti di Capella Space in altre tre occasioni (l’ultima il 24 agosto). Il carico utile prevedeva un satellite con radar ad apertura sintetica Acadia con massa di circa 150 kg. Dopo il fallimento della missione Rocket Lab ha dichiarato “la nostra prossima missione, attualmente prevista entro la fine del terzo trimestre, sarà rinviata mentre implementeremo azioni correttive”.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//bauptost.net/4/6884838