Tra i tanti campi di applicazione dei nutraceutici, c’è anche la lotta contro la ritenzione dei liquidi. Ecco l’utilità di questi principi attivi derivanti da alimenti e piante 

F. P. – Noritura

I nutraceutici sono dei principi attivi derivanti solitamente da alimenti o piante che hanno dei potenziali effetti benefici per la salute, per cui possono essere integrati nella dieta. Spesso vengono utilizzati per la formulazione di integratori alimentari o per arricchire alcuni cibi, poiché è raro trovarli in quantità sufficienti per garantire un effetto benefico negli alimenti.

cos’è la ritenzione idrica

—  

La ritenzione idrica è un problema molto diffuso che per alcune persone può diventare fonte di preoccupazione e disagio. Si tratta di un eccessivo accumulo di liquidi che può riguardare una zona specifica o più parti del corpo. Ci sono molte cause potenziali della ritenzione idrica, tra cui: un eccesso di sale nella propria alimentazione, squilibri ormonali che si possono verificare durante il ciclo mestruale o la gravidanza e problemi circolatori.

NUTRACEUTICI CONTRO LA RITENZIONE

—  

Nell’ambito della ritenzione idrica, sono state esaminate alcune sostanze nutraceutiche per il loro potenziale effetto diuretico. Andiamo a vederle nel dettaglio. 

TARASSACO

—  

Si tratta di una pianta ricca di nutrienti e spesso viene utilizzata in cucina per la realizzazione di varie ricette. Le foglie di tarassaco contengono una varietà di vitamine, tra cui quelle del gruppo B, la A e la C, nonché micronutrienti come ferro, zinco, potassio e manganese. Le foglie di tarassaco sembrano essere utili, inoltre, per avere un lieve effetto diuretico ed è per questo che talvolta sono utilizzate dalle donne in caso di sindrome premestruale per combattere la ritenzione di liquidi.

MAGNESIO

—  

Il magnesio è coinvolto nella regolazione del bilancio idrico nel corpo e alcune ricerche hanno dimostrato che aumentare l’assunzione di questo micronutriente può aiutare a ridurre la ritenzione idrica e il gonfiore.

SUCCO DI MIRTILLO ROSSO

—  

Il succo di mirtillo è stato studiato per il suo potenziale effetto diuretico ma è maggiormente noto per la prevenzione delle infezioni delle vie urinarie.

CENTELLA ASIATICA

—  

Si tratta di una pianta con azione antinfiammatoria e diuretica che sembra favorire il microcircolo e aiutare contro il gonfiore e la ritenzione di liquidi.

LINFA DI BETULLA

—  

La pianta di pilosella o linfa di betulla è una pianta tradizionalmente utilizzata come diuretico e sembra che abbia un effetto positivo contro la ritenzione idrica, probabilmente per il suo alto contenuto di potassio.

ESTRATTO DI UVA URSINA

—  

L’estratto di questa pianta è stato esaminato per il suo potenziale effetto diuretico ed è utilizzato in alcuni integratori con l’obiettivo di eliminare il gonfiore e la ritenzione.

BROMELINA

—  

Si tratta di una sostanza contenuta nel gambo di ananas con attività proteolitica: alcuni studi di laboratorio hanno analizzato la sua potenziale azione drenante ma non ci sono dei dati certi a riguardo.

ALCUNE CONSIDERAZIONI

—  

Il mondo della nutraceutica per la ritenzione idrica è ampio e la ricerca su queste sostanze è in continua evoluzione. È importante, tuttavia, notare che, sebbene alcune di queste sostanze abbiano dimostrato potenziali effetti diuretici in studi preliminari, occorrono ulteriori studi che vadano a confermare l’efficacia e la sicurezza dell’assunzione di queste sostanze. La ritenzione idrica, inoltre, può essere causata da molteplici fattori, tra cui problemi di salute sottostanti. È importante quindi identificare la causa principale prima di ricorrere all’utilizzo di nutraceutici. 



By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//bauptost.net/4/6884838