“Ma veramente Gennaro Sangiuliano ha chiesto un intervento sul capo struttura Rai, Giovanni Anversa, per l’imitazione che Virginia Raffaele ha fatto della direttrice d’orchestra cara alla destra, Beatrice Venezi, come scrive oggi Repubblica? Non gli basta collezionare figuracce quotidiane e guidare una squadra che al ministero della Cultura ogni giorno mette in imbarazzo le istituzioni della “nazione” con le performance del suo sottosegretario Vittorio Sgarbi, ma anche del meno noto Gianmarco Mazzi?”. Così i capigruppo del Movimento 5 Stelle in commissione cultura alla Camera e al Senato Antonio Caso e Luca Pirondini.

“Ci dica Sangiuliano se davvero ha fatto pressioni sulla Rai per limitare la libertà di satira, una delle poche ancore di salvezza da questo governo che ogni giorno umilia la cultura e l’immagine del nostro Paese all’estero. Se è così dovrebbe come minimo vergognarsi. A Virginia Raffaele, che è un’artista straordinaria e piena di talento, va la nostra vicinanza e l’invito a proseguire a testa alta con il suo show senza preoccuparsi di simili sciocchezze”, conclude. 

Interviene anche la  presidente della commissione di Vigilanza Rai Barbara Floridia:  “Le pressioni da parte dei politici sul servizio pubblico sono intollerabili – afferma -, tanto più se indirizzate ad attaccare la libertà di satira. Solidarietà a Virginia Raffaele e mi auguro che Sangiuliano smentisca ciò che dicono i giornali”.

Una smentita arriva da fonti della Rai. Non ci sarebbe stata nessuna pressione del ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano contro Virginia Raffaele, per la sua imitazione della direttrice Beatrice Venezi a Colpo di luna. È quanto si apprende da fonti di Viale Mazzini.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//roastoup.com/4/6884838