Conseguire la patente è un traguardo importante, ma il neopatentato non può guidare qualunque auto. Ci sono infatti delle regole che impongono, pena multe molto salate, delle restrizioni per quanto riguarda le vetture che possono usare.

Queste limitazioni riguardano il rapporto tra potenza e tara, ma con l’avvento delle auto elettriche si è resa necessaria una distinzione. Andiamo a vedere quindi quali auto elettriche possono guidare i neopatentati e quali sono tra queste quelle più economiche.

Un conducente che ha preso da poco la patente infatti non può guidare per tre anni un’auto che presenta certe caratteristiche. Queste sono un certo valore nel rapporto potenza / tara e un tetto massimo di potenza

Ma a causa della batteria le auto elettriche sono pesanti, mediamente più delle auto a combustione interna. Inoltre la potenza di picco non è la potenza omologata. Nel complesso, questo significa che auto anche molto potenti rientrano nei limiti imposti per i neopatentati.

Nel momento in cui scriviamo, poi, le regole del Codice della Strada stanno per cambiare. Scopriamo in che modo e le implicazioni per i neopatentati, soprattutto per quanto riguarda le auto elettriche che possono guidare.

Come dicevamo, il Codice della Strada stabilisce che i neopatentati non possono guidare vetture che non soddisfano certi limiti. In caso contrario, si rischiano sanzioni anche molto salate.

Cos’è cambiato con le auto elettriche

Fino al 2022, il Codice della Strada stabiliva certi limiti per i neopatentati. Questi conducenti non potevano infatti guidare per tre anni vetture oltre i 55 kW (75 CV) per tonnellata nel rapporto potenza tara e oltre i 70 kW (95 CV).

Con l’avvento delle auto elettriche si è però creata una situazione per cui vetture molto potenti rientrassero nei limiti.

Questo perché a causa della batteria una vettura elettrica pesa più di una a benzina e diesel.

Per fare un esempio, una Suzuki Ignis da 61 kW e peso di 985 kg non poteva essere guidata. Una Audi Q4 e-tron da 150 kW sì.

Il nodo della potenza omologata

Il motivo è anche dovuto al fatto che nelle auto elettriche si fa distinzione tra potenza di picco e potenza omologata. Quest’ultima si riferisce alla potenza media misurata in un periodo di prova di 30 minuti, e, nel caso di Audi Q4 e-tron, è di 70 kW

I limiti per i neopatentati attuali

Ecco quindi che nel 2022 è stato introdotta una modifica con regole specifiche per le auto ricaricabili, elettriche e plug-in. In base a quelle norme, il rapporto potenza / tara era salito a 65 kW/t (88 CV/t), senza limite di potenza massima di 70 kW. Quest’ultimo era stato prima inserito e poi tolto, mentre il limite valeva solo per un anno e non per tre.

Il nuovo Codice della Strada

Arriviamo così al 2024. A marzo 2024 è stato votato alla Camera il nuovo Codice della Strada, che tra le altre modifiche ha cambiato anche questi limiti. 

Secondo le nuove norme dell’articolo 117, il rapporto tra potenza e tara per le auto a combustione passa da 55 a 75 kW/t. La potenza massima, invece, passa da 70 a 105 kW (da 95 a 142 CV). Per quanto riguarda le auto elettriche, invece il limite passa a 75 kW/t, ma per tre anni.

Quindi auto elettriche e a combustione tornano a essere equiparate. Ricordiamo che queste regole non sono ancora diventate legge, quindi fanno ancora fede quelle del 2022 (limite di 65 kW/t anno per le auto elettriche).

Deroga

Ricordiamo che esiste una deroga, in quanto i neopatentati per il primo anno possono guidare veicoli in deroga ai limiti. Il requisito è essere accompagnati da una persona di massimo 65 anni titolare almeno di patente B (o superiore) conseguita da 10 anni.

Le multe

Per quanto riguarda le sanzioni, secondo l’articolo 117 del CdS ora si rischiano da 165 a 661 euro di multa. Inoltre la patente può essere sospesa per un periodo compreso tra due e otto mesi.

Il vero pericolo è però la compagnia assicurativa. In caso di incidente stradale, infatti, l’assicurazione potrebbe rifiutarsi di rimborsare i danni causati o subiti dal neopatentato.

Nel momento in cui scriviamo, il Codice della Strada è stato approvato alla Camera, ma deve ancora passare al Senato. Da qui dovrà poi essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale, il che si prevede avverrà per l’estate del 2024.

Per questo motivo, i limiti per le auto elettriche sono di un rapporto potenza / tara di 65 kW/t. Ma quali auto rientrano in questa lista? Andiamo a vederle.

Volete sapere quali sono le auto elettriche più economiche per i neopatentati? In questo caso vi rimandiamo al nostro articolo sulle auto elettriche più economiche sul mercato.

Tutti i modelli elencati in quell’articolo possono essere guidati senza problemi dai neopatentati. Nello specifico, ecco l’elenco:

  • Dacia Spring
  • Citroën Ë-C3
  • Renault Twingo Elettrica
  • DR 1 EV
  • Nissan Leaf
  • MG4
  • Opel Corsa Electric
  • Renault Zoe
  • BYD Dolphin
  • Fiat 500e
  • MG5
  • Peugeot E-208 Active

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//kaushooptawo.net/4/6884838