Kobo è la linea di ebook reader che si propone come alternativa ai Kindle. Pur condividendo la stessa tecnologia dei pannelli – realizzati da E-ink Holdings – differiscono nel design, interfaccia software e funzionalità aggiuntive. In linea di massima il colosso giapponese Rakuten che produce i Kobo nel tempo non solo è riuscito a star dietro ad Amazon ma spesso ne ha anticipato le mosse implementando per prima nuove tecnologie e servizi. L’ultimo esempio è proprio del 2024, quando il gruppo ha lanciato i suoi primi due lettori di ebook a colori a prezzi concorrenziali lasciando Amazon momentameamente senza una risposta simile da offrire. Ad ogni modo un lettore di e-book può star certo che Kobo e Kindle rappresentano la punta di diamante del settore.

Attualmente la linea di Rakuten è declinata in ordine di prezzo in Kobo Nia, Kobo Clara BW, Kobo Clara 2E, Kobo Libra 2, Kobo Sage, Kobo Elipsa e Kobo Elipsa 2E; a questi si aggiunge la nuova offerta di ebook reader a colori composta da Kobo Clara Colour e Kobo Libra Colour – che sono varianti dei corrispettivi prodotti base con schermo capace di visualizzare 4096 diverse gradazioni cromatiche. Nei negozi online o ricondizionati sullo stesso sito di Rakuten Kobo si possono acquistare ancora il Kobo Libra H2O e il Kobo Clara HD. Da ricordare poi che sono disponibili come accessori le SleepCover colorate – davvero di buona fattura, la penna Kobo Stylus per Sage ed Elipsa, e la penna Kobo Stylus 2.

Prima di entrare nel dettaglio delle differenze si possono citare i tratti comuni che rendono questa famiglia una valida alternativa ai Kindle. Sotto il profilo del design sono tendenzialmente più curati, mentre Amazon punta soprattutto all’essenzialità e minimalismo. Certamente i gusti fra gli utenti possono differire, ma i Kobo sono più graziosi, anche solo per la scelta di zigrinare il retro con un motivo elegante e posizionare il tasto di accensione posteriormente in un incavo, là dove in tablet normalmente si troverebbe la fotocamera.

Questa pulizia di forme si ritrova anche nell’interfaccia software. Certamente non siamo di fronte a differenze lunari rispetto al mondo Kindle, ma si percepisce un filo di maggior cura con piccoli dettagli informativi che migliorano l’usabilità. Un esempio? Nelle sezione libreria (I mie libri) sono elencati non soli testi e autori con le copertine correlate, ma anche il formato, il peso in Megabyte e il tempo che manca per il completamento. I menu sono più ordinati e intuitivi. Quando si seleziona un termine sul testo il menu contestuale offre una ricerca su Wikipedia, Google, sul libro stesso e volendo anche la traduzione. Avviene anche su Kindle ma l’interfaccia Kobo è più facile ed elegante. Senza contare l’orientabilità automatica del testo, quando si ruota il dispositivo, su tutti i modelli (tranne Nia) come sui tablet. La sensazione finale è che l’interfaccia Kobo sia più evoluta, gradevole e al passo con i tempi.

Librerie di approvigionamento

Il primo cruccio di un lettore di ebook è dove acquistare i libri e soprattutto in quale formato. Kobo mette a disposizione una sua libreria (eBookStore), ma al netto della compatibilità con tutti i formati e-book più diffusi (ad esclusione di quello proprietario Amazon), ha siglato partnership con Mondadori, La Feltrinelli, Ibs e Libraccio. Insomma si hanno tre opzioni: acquistare nello store Kobo, in qualsiasi libreria online oppure su una di quelle affiliate, magari collegando poi l’account. La sostanza è che si è più liberi, mentre tendenzialmente con Kindle si acquista per comodità su Amazon. Altro tratto distintivo è quello di essere compatibile con il servizio gratuito Mlol delle biblioteche.

I formati supportati

I Kobo supportano nativamente i formati epub, epub3, flepub, pdf, mobi, jpeg, gif, png, bmp, tiff, txt, html, rtf, cbz e cbr. Senza contare il formato proprietatio kepub che consente di migliorare la fluidità del cambio pagina e attivare qualche funzione in più. Di solito comunque gli ebook acquistabili online al di fuori degli store proprietari sono in formato epub.

Dispositivi e sincronizzazione

Gli ebook reader Kobo offrono diverse possibilità per sincronizzare i propri contenuti su altri dispositivi. L’app Kobo ad esempio consente l’acquisto e la fruizione dei libri elettronici anche sui dispositivi Apple e Android, che verranno poi trasferiti anche sui lettori associati al medesimo account. Rakuten però sottolinea che “la funzione di acquisto non è disponibile su iPhone e iPad. Gli ebook possono essere acquistati sul web e sincronizzati sul dispositivo Apple“.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//whazunsa.net/4/6884838