Quattro persone sono state arrestate questa mattina, tre in Danimarca e uno in Olanda, in seguito a un’operazione congiunta tra la polizia danese e quella olandese. Gli arrestati sono sospettati di aver preparato un attacco terroristico in Danimarca.

(afp)

La polizia danese ha dichiarato che non può entrare in dettaglio per non danneggiare le indagini: “Non possiamo dirvi le motivazioni o quali oggetti volevano colpire”, ha dichiarato poco fa il capo operativo del ramo d’intelligence della polizia danese, Flemming Drejer. “Ci sono legami con l’ambiente delle gang criminali, in particolare con LTF (Loyal To Familia, nrd), con persone che vivono in Danimarca e all’estero”, ha aggiunto, parlando coi cronisti.

Il Mossad, i servizi di intelligence di Israele, in un comunicato si è congratulato con i colleghi danesi, aggiungendo: “Hamas cerca di estendere le proprie capacità operative nel mondo e in Europa in particolare, nell’intento di colpire obiettivi israeliani, ebraici ed occidentali”. Grazie a questi arresti è stato possibile, ha aggiunto il Mossad, “esporre una vasta infrastruttura di Hamas”.

Gli arresti in Germania

A confermare l’ipotesi, poco dopo è arrivata la notizia che un attentato di Hamas sarebbe stato congiurato in Germania. Quattro uomini, presumibilmente appartenenti alla fazione palestinese, stavano pianificando un attacco a istituzioni ebraiche in Germania. I quattro sono stati arrestati oggi e secondo la Procura generale federale, che ha assunto il controllo delle indagini, sono sospettati di appartenenza a un’organizzazione terroristica e di aver cercato un deposito di armi creato in passato da Hamas. Le armi dovevano quindi essere portate a Berlino e tenute pronte in vista di “potenziali attacchi terroristici contro istituzioni ebraiche in Europa”, scrive la procura. Gli uomini avrebbero preso ordini da Hamas dal Libano.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//saujouthor.net/4/6884838