Parallels Desktop, con le versioni 18 e 19, è ora in grado di eseguire Windows 11 su Mac con architettura M3. Ricordiamo che lo stesso software rappresentava già in precedenza la prima soluzione autorizzata da Microsoft per l’esecuzione di versioni Arm di Windows su Mac M1 e M2, ma questa novità farà molto piacere ai possessori di dispositivi basati sui processori Apple più recenti.

Microsoft ha voluto spiegare come funziona il supporto per l’esecuzione di versioni Arm di Windows su Mac Apple Silicon con una pubblicazione sul suo sito web, che riportiamo a seguire-.

Parallels Desktop (versioni 18 e 19) sono le soluzioni autorizzate per l’esecuzione di versioni Arm di Windows 11 Pro e Windows 11 Enterprise in un ambiente virtuale sulla propria piattaforma su computer Apple M1, M2 e M3. La versione Arm di Windows 11 presenta limitazioni che possono influire sulla capacità di utilizzare vari tipi di hardware, giochi e app, inclusi quelli che si basano su DirectX 12, una suite di tecnologie multimediali frequentemente utilizzate nei giochi Windows e in altre app. Per ulteriori informazioni, consultare la FAQ in questo articolo. […] Le app Arm a 32 bit disponibili dal Store di Windows non sono supportate dai computer Mac con chip M1, M2 e M3. Le app Arm a 32 bit sono in fase di abbandono per tutte le versioni Arm di Windows. L’esperienza preferita del cliente è quella di eseguire app a 64 bit Arm, ma i clienti possono anche utilizzare app in emulazione x64 o x86 su computer Mac M1, M2 e M3.

Per maggiori informazioni sulla compatibilità, vi rimandiamo alla pubblicazione Microsoft (in FONTE). Sempre per restare in tema Windows 11, lo sapevate che Microsoft sta testando una nuova funzionalità in beta per gli utenti Insiders di Windows 11 che consentirà all’assistente vocale Copilot di aprirsi automaticamente all’avvio su PC?

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//augailou.com/4/6884838