Come avevamo scritto qualche giorno fa il drone marziano NASA Ingenuity è riuscito a superare i suoi limiti più di una volta. Essendo il primo dispositivo di questo tipo mai realizzato per volare su un altro pianeta non era scontato che riuscisse a portare a termine anche un singolo volo nella tenue atmosfera marziana. Invece, dopo mesi, ora ha raggiunto con successo il 59° volo.

Il dispositivo, compagno del rover NASA Perseverance per la missione Mars 2020, è solo il primo di quella che potrebbe diventare una lunga serie di droni che esploreranno mondi lontani dalla Terra. Marte potrebbe essere uno dei candidati preferibili ma potrebbero unirsi alla lista anche Venere e Titano. Per quest’ultima è prevista la missione Dragonfly (che però rischia di essere cancellata o rinviata per problemi di budget). Nel frattempo NASA Ingenuity continua a volare e durante il 59° volo ha toccato una quota mai raggiunta prima.

NASA Ingenuity ha volato fino a 20 metri d’altezza

Come già preannunciato dopo il volo 58, il drone marziano durante il 59° volo avrebbe dovuto superare i record stabiliti in precedenza. In particolare il JPL ha valutato la possibilità di raggiungere un’altezza massima rispetto al suolo di 20 metri. In precedenza NASA Ingenuity aveva raggiunto i 18 metri il 13 aprile, i 16 metri il 2 aprile e i 14 metri il 3 dicembre 2022 (rispettivamente per il 50°, 49°, 35° volo).

Inizialmente il drone marziano non avrebbe dovuto superare i 12 metri di quota a causa dell’altimetro laser che permette di muoversi in sicurezza sulla superficie del Pianeta Rosso. In generale il piccolo elicottero raramente ha volato su quote diverse da 10 metri e 12 metri. Inizialmente, quando la confidenza con il dispositivo e le condizioni dell’atmosfera non erano ancora elevate, gli ingegneri si sono limitati a voli di 3 metri e 5 metri di quota.

nasa ingenuity

Secondo quanto riportato dal flight log ufficiale il 59° volo è avvenuto il 16 settembre 2023. Come era stato scritto in precedenza, non c’è stato spostamento orizzontale e quindi il campo volo è rimasto sempre Sigma. Anche la velocità orizzontale è ovviamente assente mentre il tempo di volo è stato di 142,6″. Tutti i dati confermano il buon risultato di questo test e nei prossimi giorni dovrebbe anche essere possibile vedere un video ripreso dal rover NASA Perseverance attraverso le fotocamere Mastcam-Z.

Attualmente non è stato annunciato nessun 60° volo che potrebbe avvenire comunque entro la fine di settembre. Per avere quattro voli in un mese bisogna risalire ad aprile 2023 mentre tra maggio e agosto ci si era limitati al massimo a tre voli. Attualmente NASA Ingenuity è separato da NASA Perseverance da circa 400 metri e entrambi si trovano su quella che un tempo poteva essere una regione costiera del lago che riempiva il cratere Jezero.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//pivonoms.net/4/6884838