I crossover/SUV piacciono molto e le case automobilistiche stanno puntando sempre di più su questi modelli, lanciando continuamente nuove proposte. Nel segmento C, Mazda propone la CX-30 che abbiamo avuto modo di provare, mentre Toyota offe la nuova C-HR che è stata lanciata da poco. Entrambi questi modelli hanno caratteristiche interessanti, con Toyota che punta tutto sul Full Hybrid e sul Plug-in.

Vediamo, dunque, di metterli a confronto, per scoprire le loro principali caratteristiche e le più importanti differenze.

DIMENSIONI E DESIGN

Partiamo dalla Mazda CX-30 che misura 4.395 mm lunghezza x 1.795 mm larghezza x 1.540 mm altezza, con un passo di 2.655 mm. Il bagagliaio può contare su di una capacità di 430 litri che possono salite a 1.406 litri abbattendo gli schienali dei sedili posteriori.

Il crossover adotta il ben noto linguaggio stilistico “Kodo Design” e si caratterizza per offrire linee pulite ed eleganti. Il frontale presenta un’ampia mascherina collegata ai fari tramite un profilo cromato.

Passiamo alla nuova Toyota C-HR le cui misure sono: 4.360 mm lunghezza x 1.830 mm larghezza x 1.558/1.564 mm altezza, con un passo di 2.640 mm. Il bagagliaio dispone di una capacità di 388 litri che scende a 310 litri nella versione PHEV a causa della presenza della batteria di maggiore capacità.

Con il nuovo modello, Toyota ha evoluto ulteriormente il design del suo crossover con le linee che riprendono quelle del concept C-HR Prologue e si caratterizza per la presenza del frontale chiamato HAMMERHEAD che include fari Full LED integrati agli indicatori di direzione con un design a forma di freccia.

Le dimensioni tra i due modelli non sono quindi molto differenti ma la Mazda può contare su di un maggiore capacità di carico.

INTERNI

L’abitacolo della Mazda CX-30 è ben rifinito e si nota la cura dei dettagli. Rispetto a quello che siamo abituati a trovare oggi sulle vetture, la casa automobilistica ha adottato un approccio più “semplice”. La strumentazione è mista digitale/analogica. Centralmente troviamo solo un tachimetro digitale.

L’infotainment può contare su di un display da 10,25 pollici che può essere gestito solamente dal rotore presente sul tunnel centrale. Niente touch quindi. L’interfaccia è semplice con una grafica un po’ datata e il software non offre molte funzionalità avanzate. Tuttavia, è possibile utilizzare Android Auto ed Apple CarPlay (wireless).


Molta più tecnologia, invece, sulla nuova Toyota C-HR. Dietro al volante, infatti, troviamo la strumentazione digitale che può contare su di uno schermo da 12,3 pollici che può essere personalizzato in base alle preferenze del conducente.

Nuovo è pure il sistema infotainment che offre un display touch da 8 o da 12,3 pollici a seconda della versione. Presenti le compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto (entrambe wireless).

MOTORI

Mazda CX-30 è proposta con motorizzazioni e-Skyactiv G dotate della tecnologia Mazda M Hybrid e sistema di disattivazione dei cilindri con potenze di 122 CV e 150 CV. Al vertice della gamma troviamo l’unità e-Skyactiv X con tecnologia M Hybrid da 186 CV. Tutte le motorizzazioni sono abbinate ad un cambio manuale a 6 marce o ad una trasmissione automatica sempre a 6 rapporti.

Da sottolineare che le motorizzazioni e-Skyactiv G 150 CV ed e-Skyactiv X da 186 CV si possono avere anche in abbinamento alla trazione integrale i-Activ AWD.

L’offerta della Toyota C-HR punta tutto sull’ibrido. Il crossover si più avere nelle versioni Full Hybrid-Electric (HEV) da 1.8 (140 CV) e 2.0 litri (197 CV). Il modello Full Hybrid da 2 litri è proposto anche con la trazione integrale grazie alla presenza di un piccolo motore elettrico al posteriore.

Al vertice della gamma troviamo un powertrain Plug-in che abbina il motore a benzina di 2 litri ad un’unità elettrica da 163 CV. Complessivamente, a disposizione ci sono 223 CV. Grazie alla batteria da 13,8 kWh è possibile percorrere in elettrico 66 km secondo il ciclo WLTP.

PREZZI

Quanto costa Mazda CX-30 in Italia? Il crossover si può ordinare negli allestimenti Prime Line ed Exclusive Line oltre che nelle versioni speciali Homura e Nagisa. Il listino per il mercato italiano parte da 27.850 euro per la versione Prime Line e-Skyactiv G da 122 CV.

E la nuova Toyota C-HR? Si può avere negli allestimenti Active, Trend ECO, Trend, Lounge, GR SPORT, Lounge Premiere e GR SPORT Premiere. I prezzi partono dai 35.700 euro della 1.8 HEV Active.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//hoowuliz.com/4/6884838