Il settore delle scienze della vita si trova di fronte a un’importante trasformazione, influenzata dall’adozione crescente delle tecnologie digitali. Fino al 2019, le azioni di marketing erano basate essenzialmente sulle interazioni personalizzate e istantanee tra gli informatori scientifici e i professionisti sanitari.

La pandemia di COVID-19 ha segnato una drammatica inversione di tendenza, scatenando una corsa al digitale che ha trasformato le campagne di marketing convenzionali e ha permesso al settore sanitario globale di fornire cure migliori e coinvolgere efficacemente il proprio pubblico di riferimento.

Anche se questo cambiamento è avvenuto gradualmente, ha offerto ai marketer delle scienze della vita l’opportunità di adattare i loro metodi tradizionali per raggiungere più efficacemente i professionisti sanitari e diventare esperti delle diverse capacità dello spazio digitale.

Con la crescita dell’adozione dell’intelligenza artificiale (IA), l’industria sanitaria sta esaminando e riconoscendo come la convergenza di questa tecnologia e il marketing delle scienze della vita possano diventare un faro di innovazione, pronto a ridefinire strategie, migliorare il targeting e personalizzare il coinvolgimento in modi che in passato erano impensabili. Mentre ci troviamo all’inizio del 2024, vediamo come l’utilizzo dell’AI nel marketing delle scienze della vita continuerà a ridefinire il panorama e le strategie del settore come mai prima d’ora.

Una migliore esperienza utente

La personalizzazione guidata dall’IA diventerà un tema importante per il marketing delle scienze della vita. Con l’uso di algoritmi avanzati di intelligenza artificiale, il 2024 vedrà le aziende creare esperienze estremamente personalizzate e individualizzate per i professionisti sanitari (HCP).
Riconoscendo le tendenze nel comportamento dei consumatori e le interazioni con sofisticate analisi dei dati, l’IA renderà possibile fornire ai professionisti sanitari informazioni e servizi personalizzati che rispondano alle loro esigenze e preferenze. Ciò consentirà loro di tenere traccia dei dati dei pazienti, valutare l’efficacia dei trattamenti e individuare eventuali aree in cui i pazienti potrebbero richiedere maggiore attenzione.

Targeting e segmentazione

L’IA darà ai marketer la capacità di ingaggiare con precisione e accuratezza la loro audience e migliorare notevolmente le loro strategie. Sulla base dei requisiti e delle specializzazioni, gli algoritmi di intelligenza artificiale individueranno segmenti di pubblico analizzando enormi volumi di dati provenienti da numerose fonti, come i social media, i dati dei trial clinici, i record sanitari elettronici (EHR) e altro ancora. Questo targeting dettagliato consentirà ai marketer di fornire informazioni più pertinenti e tempestive per un coinvolgimento e tassi di conversione aumentati.

Analisi predittive per insight aziendali cruciali

Nel 2024, le analisi predittive alimentate dall’IA svolgeranno un ruolo fondamentale nella definizione di strategie di marketing cruciali per raggiungere risultati aziendali olistici. Gli algoritmi di machine learning diventeranno vitali nella previsione delle tendenze di mercato, dei comportamenti degli utenti finali e nell’identificare potenziali opportunità o sfide, con un’analisi costante dei dati storici e delle informazioni in tempo reale. Vedremo anche i marketer estrarre metriche sulle prestazioni delle campagne con un semplice clic. Questo approccio proattivo consentirà alle farmaceutiche di prendere decisioni basate sui dati, ottimizzare l’allocazione delle risorse e personalizzare le campagne di marketing per massimizzare l’impatto.

Ottimizzazione dei messaggi mirati

Le soluzioni di IA realizzate utilizzando l’Elaborazione del Linguaggio Naturale (NLP) e la Generazione del Linguaggio Naturale (NLG) rivoluzioneranno la creazione di contenuti. Questi strumenti assisteranno i marketer nella generazione di contenuti di alta qualità e rilevanti su larga scala per coinvolgere efficacemente i pubblici di riferimento. Sia che si tratti di materiali educativi per le domande degli HCP o di post di blog o risorse interattive per messaggi personalizzati o informazioni relative a un farmaco, gli strumenti di ottimizzazione dei contenuti alimentati dall’IA continueranno a perfezionare e migliorare le strategie dei contenuti per migliori risultati sanitari.

Chatbot e assistenti virtuali

L’integrazione di chatbot e assistenti virtuali alimentati dall’IA è destinata a elevare il coinvolgimento e il supporto degli HCP. Se utilizzati efficientemente, questi bot intelligenti possono fornire risposte istantanee alle domande degli HCP, offrire raccomandazioni personalizzate e guidarli attraverso le informazioni sui farmaci o altre risorse sanitarie necessarie per il recupero di un paziente. Queste piattaforme interattive migliorano l’esperienza utente, facilitano la diffusione delle informazioni e favoriscono relazioni più solide tra i marketer e gli HCP. Inoltre, tali assistenti virtuali giocheranno un ruolo fondamentale nel modo in cui i marketer accedono e interpretano i dati sulle prestazioni delle campagne per estrarre insight aziendali cruciali. Ciò contribuirà in modo significativo alla creazione di una roadmap di marketing efficace, portando a risultati ottimali e al monitoraggio trasparente degli indicatori chiave di performance nell’anno a venire.

Conformità normativa e mitigazione del rischio

Prima della pandemia, uno dei principali ostacoli all’adozione digitale tra i marketer era la conformità normativa. Sfruttando l’IA per il monitoraggio della conformità e la valutazione del rischio nell’anno a venire, le farmaceutiche garantiranno che le campagne di marketing rispettino le normative e le linee guida del settore. Questo approccio proattivo ridurrà efficacemente il rischio di non conformità e di problemi legali, salvaguardando la reputazione e la credibilità del marchio.

Miglioramento del trattamento con nuovi farmaci

Considerando l’aumento dei costi sanitari dovuto alla ricerca e alle iniziative di vendita per i farmaci, il 2024 vedrà i produttori delle scienze della vita accelerare il processo di introduzione di nuovi farmaci utilizzando l’IA nei trial clinici, portando a una catena del valore ottimizzata e a una significativa riduzione del tempo e dei costi dei trial. Gli strumenti alimentati dall’IA identificheranno in modo accurato grandi set di dati per tendenze e pattern che i marketer umani potrebbero trascurare. Ciò aumenterà la personalizzazione degli annunci in tempo reale su larga scala, automatizzerà l’acquisto dei media e ridefinirà la presa di decisioni per potenziare il lavoro dei team di marketing umani.

Per riassumere, il 2024 sarà ricordato come un punto di svolta nell’evoluzione dell’industria delle scienze della vita. Con l’integrazione dell’IA nel marketing, l’anno a venire offre un’enorme promessa per il marketing, dove la tecnologia non solo ottimizzerà le operazioni, ma faciliterà anche un cambiamento di paradigma nell’coinvolgimento degli HCP, spingendo verso un approccio più personalizzato e impattante verso le strategie di marketing orientate alla conversione. Detto questo, garantire la privacy dei dati, mantenere gli standard etici nell’uso dell’IA e promuovere la fiducia tra le parti interessate rimarranno fondamentali nell’adozione efficace ed etica dell’IA nel marketing sanitario.

Articolo pubblicato originariamente in inglese su pharmaphorum.com

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//ptugnins.net/4/6884838