Gli ultimi dati disponibili, provenienti da un’indagine svolta dall’Istituto superiore di sanità nel 2018, parlano di 1,5 milioni di italiani affetti da ludopatia, ovvero la dipendenza dal gioco, che prende il nome anche di disturbo da gioco d’azzardo, prima chiamato anche gioco d’azzardo patologico (Gap). Si tratta di una delle dipendenze più diffuse in Italia. Secondo l’analisi condotta e riportata nel report di Oised, il primo centro studi dedicato all’analisi della cura delle dipendenze, il 6% dei 250mila pazienti in cura nel centro è affetto da questa dipendenza. Circa il 66% è invece tossicodipendente, il 24,6% è alcolista, il 3% tabagista e l’1,3% affetto da altre dipendenze. Dai dati del Libro Blu per il 2021 dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, pubblicato lo scorso ottobre, è emerso che la quantità di denaro investita nel gioco d’azzardo nel 2021 è cresciuta del 21% rispetto al 2020, raggiungendo la cifra di 111 miliardi di euro.

Sono 163, secondo i primi dati parziali dell’Istituto superiore di sanità. Emilia Romagna, Calabria e Campania le regioni con meno strutture contro la dipendenza da gioco d’azzardo rispetto alla popolazione

Cos’è la ludopatia

La ludopatia, anche chiamata gioco d’azzardo patologico o disturbo da gioco d’azzardo, è stata inserita nel 2013 nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (Dsm-5). Inoltre, è annoverata tra i Disturbi correlati alle sostanze e alle dipendenze. Coloro che ne sono affetti hanno un costante bisogno di giocare d’azzardo e spesso investono ingenti cifre di denaro, arrivando, in certi casi, a indebitarsi e a non adempiere agli obblighi sociali, fino a perdere i contatti con i familiari o arrivare al licenziamento. Mossi dal desiderio sempre più intenso di giocare, i giocatori problematici possono spingersi fino a infrangere la legge per reperire sempre maggiori quantità di denaro.

A fine giugno abbiamo realizzato una mappa dei centri specializzati nella cura di questo disturbo in Italia: i dati parziali presentati dal Centro nazionale dipendenze e doping dell’Istituto superiore di sanità parlano di 163 strutture sparse sul territorio nazionale. Le regioni in cui è stata riscontrata una carenza di questi centri sono l’Emilia Romagna, la Campania e la Calabria. In Italia verrà inoltre attivato il numero verde Usciredalgioco, 800 558822, dedicato all’ascolto di coloro che vogliono intraprendere un percorso per allontanarsi dalla dipendenza e intraprendere un percorso di cura.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//ookroush.com/4/6884838