Le forze di sicurezza iraniane hanno confiscato la targa del Premio Sakharov 2023 dell’Ue recentemente assegnato a Mahsa Amini. Lo hanno denunciato gli attivisti curdi per i diritti umani. Secondo quanto riferito, l’avvocato della famiglia di Amini, Mohammad Saleh-Nikbakht, è stato intercettato e interrogato ieri sera all’aeroporto internazionale Imam Khomeini di Teheran, dopo essere arrivato dalla Francia, dove ha ricevuto il premio a nome della famiglia.
    Il premio, insieme al cellulare e al passaporto dell’avvocato, sono stati confiscati dalle forze di sicurezza all’aeroporto.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//kirteexe.tv/4/6884838