Ultium Cells, la joint venture tra General Motors e LG Energy Solution (di cui abbiamo parlato in questo articolo) che fornisce celle per i pacchi batteria di GMC Hummer EV, Chevrolet Blazer EV e Cadillac Lyriq, rischia fino a 270.000 dollari di multe per gravi violazioni delle norme in materia di sicurezza e tutela della salute dei lavoratori.

A muovere queste accuse sono gli investigatori dell’OSHA (Occupational Safety and Health Administration) del Dipartimento del lavoro degli Stati Uniti, dopo alcuni sopralluoghi fatti

nello stabilimento dell’azienda a Warren (Ohio) in seguito agli episodi avvenuti a marzo, ovvero un’esplosione seguita da un incendio in un’area della fabbrica.

I federali hanno riscontrato in totale 17 violazioni gravi e altre due violazioni che incidono sulla sicurezza e la salute sul lavoro, secondo quanto riportato da Automotive News, portando l’OSHA a citare Ultium Cells quale responsabile dei fatti di marzo.

La testata online aveva anche tempestivamente riportato quanto accaduto ad agosto, con la fuoriscita di sostanze chimiche nel reparto dedicato ai catodi.

Inoltre, la joint venture per le batterie dei veicoli elettrici non rispettava gli standard di sicurezza federali per l’uso dei dispositivi di protezione individuale, compresi i respiratori. Ultium Cells, si legge nei documenti, “ha esposto i lavoratori a rischi derivanti da macchinari e sostanze chimiche non utilizzando e non formando i lavoratori sulle procedure di sicurezza e di risposta alle emergenze”.

Ultium Cells multe

L’agenzia ha emesso una lettera di allerta di pericolo all’azienda, chiedendole di ridurre volontariamente l’accumulo di polvere metallica e di proteggere i lavoratori dall’esposizione alla medesima.

Un portavoce di Ultium Cells ha affermato che è stata richiesta un’audizione con l’agenzia federale e che le parti stanno lavorando a stretto contatto con funzionari e leader sindacali.

“Il nostro impegno per la sicurezza è fondamentale e per noi è fondamentale lavorare a stretto contatto e in collaborazione con funzionari statali e federali, nonché con la leadership del nostro sindacato locale, per garantire di operare in conformità con tutte le normative pertinenti”, ha affermato la portavoce di Ultium, Katie Burdette, in un comunicato stampa.

“Prendiamo sul serio la sicurezza e abbiamo richiesto un’udienza con l’OSHA, che è il passo successivo in questo processo”, ha poi aggiunto. “Siamo ansiosi di avviare un dialogo costruttivo con l’OSHA e speriamo di risolvere rapidamente questi problemi e di rafforzare il nostro impegno nel promuovere una mentalità attenta alla sicurezza tra tutti i membri del team Ultium.”

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//cegloockoar.com/4/6884838