BOLZANO. Attimi di paura venerdì scorso sul treno Bolzano-Merano che ha dovuto fermare la corsa alla stazione di Terlano.

Rimproverato da un passeggero, un 71enne di madrelingua tedesca per aver occupato più di un sedile, un ragazzo di 27 anni ha ben pensato di aggredirlo verbalmente e fisicamente per poi scagliarsi contro anche a chi era intervenuto per soccorrerlo.

«Il giovane – si legge nel comunicato dei carabinieri –  incurante dell’età del suo interlocutore lo ha minacciato e poi spintonato, sotto gli occhi attoniti dei più, ma, fortunatamente, non di tutti. Un altro passeggero è infatti intervenuto in soccorso dell’uomo, per placare, non senza difficoltà, il ragazzo andato in escandescenze che, in preda all’ira si è scagliato anche contro questi sottraendogli il telefono e scagliandolo con violenza a terra».

Il personale ferroviario visto l’esacerbarsi degli animi ha contattato il 112 fermando il convoglio alla vicina stazione di Terlano:  i carabinieri della locale Stazione e della sezione Radiomobile della Compagnia di Bolzano sono intervenuti per sedare la lite, e hanno denunciato il 27enne, già segnalato per reati contro la persona ed il patrimonio, per interruzione di pubblico servizio, in attesa di un’eventuale querela da parte dell’anziano e del suo soccorritore.

Dopo aver identificato tutte le parti coinvolte, essersi assicurati delle condizioni di salute dell’uomo e fatto scendere il ragazzo, i carabinieri hanno fatto ripartire il treno regionale. 

Commenta così il comandante della Compagnia Carabinieri di Bolzano: «Le stazioni ferroviarie, soprattutto quelle periferiche possono contare sulla nostra presenza, non vi sono zone franche. Ammiro l’anziano per aver tentato, impavidamente, di far valere il rispetto ed il senso di giustizia. I Carabinieri saranno sempre al fianco di queste persone».

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//madurird.com/4/6884838