Secondo fonti vicine a The Verge, Microsoft starebbe sperimentando un nuovo personaggio animato e potenziato dall’intelligenza artificiale, in grado di rispondere alle richieste di assistenza degli utenti Xbox. Questo chatbot di nuova generazione rientra in un progetto più ampio dell’azienda, volto a integrare l’AI nella piattaforma e nei servizi Xbox.

Collegato ai documenti di supporto di Microsoft per la rete e l’ecosistema Xbox, il chatbot potrà rispondere a domande ed elaborare persino rimborsi per i giochi direttamente dal sito di supporto Microsoft. Internamente all’azienda, la sua descrizione recita: “Questo agente può aiutarti con le tue domande sull’assistenza Xbox”.

Negli ultimi giorni, Microsoft ha ampliato la cerchia di tester, suggerendo che questo prototipo denominato “Xbox Support Virtual Agent” potrebbe un giorno gestire le richieste di assistenza per tutti gli utenti Xbox. L’esistenza del chatbot è stata confermata da Microsoft stessa, che ha dichiarato quanto segue tramite Haiyan Zhang, responsabile generale dell’intelligenza artificiale per il gaming in Xbox.

“Stiamo testando un Xbox Support Virtual Agent, un prototipo interno di un personaggio animato in grado di interrogare gli argomenti dell’assistenza Xbox tramite voce o testo. Il prototipo consente ai giocatori di ottenere assistenza più facilmente e rapidamente sui problemi di supporto utilizzando il linguaggio naturale, attingendo informazioni dalle pagine di supporto Xbox esistenti”.

L’interazione con il chatbot Xbox inizierà con la domanda “Come posso esserti d’aiuto oggi?” e potrà rispondere rapidamente a richieste di assistenza che spaziano da console Xbox rotte a problemi con abbonamenti a pagamento. Fonti interne rivelano che il chatbot è attualmente in fase di test anche per gestire le richieste di supporto relative a Minecraft Realms, il servizio di hosting server a pagamento.

Tra le altre iniziative, Microsoft sta lavorando all’integrazione di funzionalità di intelligenza artificiale nella creazione di contenuti di gioco, nelle operazioni di gioco e nella piattaforma e nei dispositivi Xbox. Ciò include la sperimentazione con grafica e risorse generate dall’AI per i giochi, come PNG generati in modo procedurale.

Microsoft sta inoltre prendendo in considerazione la creazione di tool per attività di sicurezza e moderazione, inclusa quella dei contenuti sulla piattaforma Xbox e per aiutare con i processi di segnalazione e reclamo. L’azienda sta anche valutando come integrare assistenti virtuali basati sull’intelligenza artificiale nei giochi, offrendo ai giocatori modi per ottenere aiuto mentre giocano.

Questo potrebbe essere solo un primo passo, che con buona probabilità diventerà ancora più importante con la prossima generazione di console. Nel frattempo gli ultimi mesi hanno portato molteplici novità per Xbox, anche in ambito cloud gaming con la recente introduzione del supporto a mouse e tastiera. Per quanto riguarda i contenuti, invece, è notizia recente che Phil Spencer avrebbe ventilato l’intenzione di aprire verso altri store digitali per l’acquisto di giochi all’interno delle sue console.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//chaungourtee.com/4/6884838