Jennifer Aniston, ogni anno, riceve dei fiori da Adam Sandler nel giorno della Festa della Mamma. Una particolare abitudine che però ha radici profonde, che attecchiscono nel rapporto particolare e nel legame profondo che lega i due attori, compagni di set per Una moglie per finta di Dennis Dugan e Murder Mystery di Netflix. 

Alla luce della loro amicizia di vecchia data, Sandler sa bene che Aniston ha sempre coltivato il desiderio di avere un figlio, pur non riuscendoci. In un’intervista dell’agosto 2022, l’attrice aveva rivelato quanto Sandler e sua moglie Jackie le fossero stati molto vicini nella sua esperienza con la fecondazione assistita, e quel mazzo di fiori mandato ogni anno in occasione del Mother’s Day è il sigillo simbolico più vistoso di tale amicizia. 

In un’intervista ad Allure l’attrice aveva detto: «Ho cercato di rimanere incinta. È una strada impegnativa, per me, quella da percorrere per fare un bambino. Anni e anni di speculazioni… È stato davvero difficile. Avevo tentato la fecondazione in vitro, bevevo tè cinesi, provavo di tutto. E darei qualsiasi cosa per avere avuto qualcuno, all’epoca, che mi dicesse: “Congela i tuoi ovuli, fai un favore a te stessa“. Ma non è successo. Eccomi qui oggi: la nave è salpata».

«Non ho rimpianti – aveva a aggiunto, in merito al fatto di non essere riuscita, nonostante tutti gli sforzi profusi in prima persona e con tutti i mezzi necessari, ad avere un figlio -. In realtà mi sento un po’ sollevata, adesso, perché non devo più dirmi: “Posso? Forse. Forse. Forse”. Non devo più pensarci».

Foto: David Livingston/Getty Images

Fonte: The Washington Post

Leggi anche: Jennifer Aniston, l’attrice si scaglia contro la cancel culture: «Non sono tutti Harvey Weinstein»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//ookroush.com/4/6884838