17:27

Hamas, ‘bilancio dei morti a Gaza sale a 17.700’

I morti a Gaza sono arrivati a 17.700. Lo ha comunicato il ministero della Sanità gestito da Hamas fornendo il nuovo bilancio delle vittime dall’inizio della guerra.

14:08

Erdogan, ‘il Cds Onu è consiglio di protezione di Israele’

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha criticato il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite definendolo il “Consiglio di protezione israeliano”, dopo il veto americano alla risoluzione che chiedeva il cessate il fuoco a Gaza. “Dal 7 ottobre il Consiglio di sicurezza è diventato un consiglio per la protezione e la difesa di Israele”, ha denunciato il capo di Stato in occasione del 75esimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani.

13:33

Kiev su decisione Cio, ‘Olimpiadi un’arma in mano a Mosca’

Il Comitato olimpico internazionale (Cio) “ha sostanzialmente dato alla Russia il via libera per trasformare le Olimpiadi in un’arma” con la sua decisione di autorizzare la partecipazione ai Giochi di Parigi 2024 di atleti russi e bielorussi sotto una bandiera neutrale. Lo scrive su X il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba. “Perché il Cremlino utilizzerà ogni atleta russo e bielorusso come arma nella sua guerra di propaganda – aggiunge Kuleba -. Esorto tutti i partner a condannare fermamente questa decisione vergognosa, che mina i principi olimpici”.

13:22

Esercito: Hamas lancia razzi dalla ‘zona umanitaria’

Lanci di razzi verso Israele sono partiti ieri dalla ‘zona umanitaria’ approntata nell’estremita’ sud della Striscia di Gaza per le masse di palestinesi sfollati da altre aree. Lo afferma il portavoce militare. Nel pomeriggio dall’area di Muwasi, presso Rafah, sono stati lanciati verso Israele quattro razzi che sono risultati difettosi e sono poi caduti ed esplosi nella Striscia. Due ore dopo dalla stessa zona sono sono stati lanciati altri razzi verso il territorio israeliano. ”Tutto cio’ dimostra – conclude il portavoce militare – che Hamas utilizza la ‘zona umanitaria’ messa a punto da Israele per attivita’ terroristica”.

12:53

Israele, ‘armi dentro peluche e borse dell’Unrwa a scuola’

Un grande orsacchiotto di peluche in una scuola contenente “fucili di precisione e munizioni” e “armi nascoste nelle aule delle scuole, alcune in borse dell’Unrwa”, l’Agenzia dell’Onu per i rifugiati palestinesi. Le ha trovate l’esercito israeliano secondo il portavoce militare che ha fornito anche dei video. Hamas – ha aggiunto – “utilizza i giochi dei piccoli per nascondere armi, mettendo deliberatamente a rischio i bambini di Gaza”.

12:34

Abu Mazen condanna Usa su Gaza, ‘veto all’Onu è immorale’

“Aggressivo, immorale e una palese violazione di tutti i valori e i principi umanitari”. Così il presidente palestinese Abu Mazen, citato dalla Wafa, ha definito il veto degli Usa al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sulla Risoluzione che “obblighi Israele a fermare la sua aggressione contro la Striscia di Gaza”. “Gli Usa – ha aggiunto – sono responsabili dello spargimento di sangue di bambini, donne e anziani palestinesi a Gaza per mano dell’occupazione”.

11:49

Wafa, palestinese ucciso dai militari israeliani a Hebron

Un palestinese di 25 anni, Sari Amr, è stato ucciso la scorsa notte a Dura (presso Hebron, in Cisgiordania) quando militari israeliani hanno fatto irruzione nella sua abitazione per arrestarlo. Lo riferisce la agenzia di stampa palestinese Wafa. L’esercito israeliano non ha ancora fornito una propria versione dell’accaduto. Wafa precisa che con questa morte è salito a 273 il numero dei palestinesi uccisi in Cisgiordania in scontri con l’esercito a partire dall’inizio della guerra a Gaza.

08:21

Israele ringrazia Usa per voto Onu e attacca Guterres

 Il ministro degli Esteri israeliano, Eli Cohen, ha ringraziato gli Usa per il veto al Cds Onu sul cessate il fuoco a Gaza. Al tempo stesso ha attaccato il segretario generale Antonio Guterres accusandolo di stare dalla parte di Hamas. Cohen ha espresso “la gratitudine di Israele all’alleato americano per il suo sostegno nel continuare la lotta per riportare a casa gli ostaggi e eliminare Hamas”. Per Cohen la posizione di Guterres è “una vergogna e un marchio di Caino per l’Onu. La richiesta dell’Articolo 99, che non avanzata per la guerra in Ucraina o in Siria, è un altro esempio della posizione parziale e unilaterale di Guterres”.

07:45

Gaza: Hrw, con il veto Usa rischiano complicità in crimini di guerra

Gli Stati Uniti rischiano la “complicità in crimini di guerra” a Gaza con il loro veto per bloccare la risoluzione del cessate il fuoco delle Nazioni Unite: lo afferma il direttore di Human rights watch (Hrw) all’Onu, Louis Charbonneau.

Secondo Charbonneau, riporta la Bbc, il veto statunitense ha impedito al Consiglio di Sicurezza di “fare alcune delle richieste che gli stessi Stati Uniti avevano fatto a Israele e ai gruppi armati palestinesi”, inclusi il rispetto del diritto internazionale umanitario, la protezione dei civili e il rilascio di tutti i civili tenuti in ostaggio.
“Continuando a fornire a Israele armi e copertura diplomatica mentre commette atrocità, inclusa la punizione collettiva della popolazione civile palestinese a Gaza, gli Stati Uniti rischiano di essere complici di crimini di guerra”, sottolinea il rappresentate di Human Rights Watch. 

07:26

Oxfam: ‘Il veto Usa chiodo su bara per credibilità Usa diritti uomo’

L’amministrazione del presidente americano Joe Biden ha perso un’opportunità per “essere all’altezza della sua alta retorica a sostegno dei diritti umani e di un ordine internazionale basato sule regole”: lo afferma la responsabile di Oxfam America, Abby Maxman, secondo la quale il veto statunitense alla risoluzione dell’Onu per un cessate il fuoco a Gaza mette “un altro chiodo nella bara per la credibilità degli Stati Uniti in materia di diritti umani”.

Maxman, riporta la Bbc, afferma che il mondo è “pronto affinché l’orribile carneficina di Gaza finisca e si concentri sul rilascio degli ostaggi e sull’aiuto ai palestinesi a ricostruire le loro vite”. Secondo la funzionaria della ong, gli Stati Uniti hanno “giustamente sostenuto che Israele ha il diritto di difendere il suo popolo dagli attacchi”, ma la Casa Bianca “non ha sfruttato il suo rapporto speciale con Israele per porre fine a questa crisi vertiginosa”. 

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//glatatsoo.net/4/6884838