Oggi a Coverciano il primo incrocio tra i due allenatori azzurri che si conoscono da tempo perché Soncin è stato un giovane attaccante dell’ex tecnico del Napoli ai tempi del Venezia

È arrivata anche la benedizione di Luciano Spalletti per il nuovo corso della Nazionale femminile. A Coverciano – dove le Azzurre di Andrea Soncin si stanno preparando al debutto in Nations League –, c’è stato infatti il primo incrocio tra i due neo commissari tecnici, che si conoscono da tempo perché Soncin è stato un giovane attaccante di Spalletti ai tempi del Venezia (stagione 1999/2000). “A 64 anni sono un allenatore di lungo corso – ha raccontato Spalletti in Aula magna, rivolgendosi alle 29 giocatrici convocate e allo staff –, quando ho iniziato era quasi impossibile vedere le donne giocare, ma era anche difficile vederne sugli spalti. Ritrovarmi qui oggi a parlare con voi mi fa riflettere su quanta strada sia stata fatta e sul fatto che il merito sia soprattutto di atlete come voi. Siatene orgogliose, giocando per l’Italia avete la possibilità di rendere felice un Paese intero ma anche quella di continuare a dimostrare quanto il calcio femminile renda questo sport completo e inclusivo”. 

GRAVINA

—  

L’incontro è stato introdotto da un videomessaggio del presidente Figc Gravina, che ha sottolineato il concetto di “unica squadra azzurra” rilanciando l’auspicio di “ricreare grande entusiasmo nei confronti del calcio femminile italiano”. Da questo punto di vista, però, conterà anche il riscontro del campo. La nuova Italia inizierà il suo cammino venerdì (22 settembre) a San Gallo contro la Svizzera, mentre il 26 settembre a Castel Di Sangro – ingresso gratuito allo stadio Patini – riceverà la Svezia, terza all’ultimo Mondiale.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//deenoacepok.com/4/6884838