Papa Francesco è uscito questo pomeriggio dal Vaticano, in auto, per recarsi ancora una volta in una parrocchia romana. A quanto apprende l’ANSA, il Pontefice visita la moderna chiesa di San Giovanni Maria Vianney – noto come “il santo curato d’Ars” -, nella zona della Borghesiana, in Largo Monreale, nella periferia est della Capitale. Sempre a quanto si apprende, durante la visita Francesco incontra circa 200 bambini. 

Video Papa Francesco con i bambini della Borghesiana

 

Un’atmosfera festosa e allegra ha accolto papa Francesco nella sua visita a sorpresa di questo pomeriggio alla parrocchia romana di San Giovanni Maria Vianney, nella zona della Borghesiana. All’inizio del suo incontro con i circa 200 bambini del catechismo per il primo appuntamento della ‘Scuola di preghiera’, che prende avvio in questo Anno della Preghiera in preparazione al Giubileo 2025, il Pontefice sorridente ha salutato alcuni bambini nelle prime file, qualcuno malato, scambiando con loro scherzosamente il classico “dammi il cinque”. Alcuni bimbi l’hanno salutato dandogli la mano e dicendo, “ciao Papa”. Bergoglio ha anche scherzato: “Ho portato i Rosari e anche delle uova di Pasqua, cosa volete? I Rosari o le uova di Pasqua?”. Poi nel corso dell’incontro vero e proprio, in uno dei saloni della moderna parrocchia, Francesco ha risposto alle domande dei bambini, che non si aspettavano di incontrare il Papa.
La chiesa intitolata a San Giovanni Maria Vianney – noto come “il santo curato d’Ars” – fu costruita negli anni ottanta, al posto di una precedente chiesa prefabbricata edificata nel 1952, e consacrata solennemente dal cardinale Ugo Poletti il 4 novembre 1990. 

 Un vero bagno di folla ha salutato papa Francesco all’uscita dalla parrocchia romana di San Giovanni Maria Vianney, nella zona della Borghesiana – periferia est della Capitale – dove si è conclusa la sua visita a sorpresa che lo ha visto incontrare circa 200 bambini del catechismo per il primo appuntamento della “Scuola di preghiera” rispondere alle loro domande.
Centinaia le persone che hanno salutato il Papa sia nell’area adiacente la chiesa sia affacciate dalle finestre dei palazzi circostanti. Francesco, risalito sulla sua Fiat 500L bianca per il rientro in Vaticano, ha percorso molto lentamente il primo tratto di strada proprio per salutare da vicino i presenti: c’è chi voleva stringergli le mani, chi voleva lasciargli dei propri pensieri o piccolo regalo, qualcuno ha avvicinato un bambino in sedia a rotelle, qualcun altro il proprio neonato per farglielo accarezzare e benedire. Il Papa, sempre molto sorridente, si è concesso di buon grado all’abbraccio della folla, prima di ripartire per il ritorno a Casa Santa Marta. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//thefacux.com/4/6884838