Dal 12 ottobre 2023 nei cinema italiani con Universal Pictures L’Esorcista – Il Credente (The Exorcist: Believer), il reboot/sequel prodotto da Blumhouse del cult horror L’esorcista diretto da David Gordon Green. Il film sarà il primo di una trilogia pianificata da Green sulla scia della sua recente nuova trilogia sequel di Halloween.

Esattamente 50 anni fa, in autunno, veniva proiettato sugli schermi il film horror più terrificante della storia, sconvolgendo gli spettatori di tutto il mondo. Quando L’Esorcista, tratto dal bestseller di William Peter Blatty, uscì nelle sale, rivoluzionò completamente la cultura cinematografica, battendo i record di incassi e ottenendo 10 nomination agli Oscar, diventando il primo film horror mai nominato per il miglior film.

L’esorcista Il Credente – Trama e cast

La trama ufficiale: Dopo la tragica scomparsa di sua moglie incinta in un terremoto ad Haiti, avvenuta 12 anni fa, Victor Fielding (interpretato da Leslie Odom Jr., vincitore di un Tony e candidato all’Oscar® per Quella Notte a Miami e Hamilton) ha cresciuto da solo la loro figlia Angela (Lidya Jewett, nota per Good Girls). Ma quando Angela e la sua amica Katherine (una nuova promessa, Olivia Marcum) spariscono nel bosco, per poi tornare tre giorni dopo senza ricordare cosa sia successo, si scatena una serie di eventi che costringeranno Victor a confrontarsi con il male nella sua forma più oscura e, nel terrore e nella disperazione, a cercare l’unica persona in vita che abbia mai assistito a qualcosa di simile: Chris MacNeil.

Per la prima volta dai tempi del film del 1973, la vincitrice di un premio Oscar Ellen Burstyn riprende il suo iconico ruolo di Chris MacNeil, un’attrice che è stata per sempre segnata da ciò che è accaduto a sua figlia Regan cinque decenni prima. Il cast include anche Ann Dowd (vincitrice di un Emmy per Il Racconto Dell’Ancella, e nota per Hereditary – Le radici del male), nel ruolo della vicina di casa di Victor e Angela, e Jennifer Nettles (premio Grammy per Harriet, e famosa per The Righteous Gemstones) e Norbert Leo Butz (vincitore di due Tony per Fosse/Verdon e noto per Bloodline) nei panni dei genitori di Katherine, l’amica di Angela.

Il regista David Gordon Green Green ha anticipato in un’intervista cosa possiamo aspettarci dal reboot:

Penso che impareremo dalla produzione del primo film per vedere cosa si applica man mano che ci evolviamo. Stiamo onorando Chris MacNeil e la ritroviamo 50 anni dopo, quindi è un’evoluzione significativa del suo personaggio, ma penso sarà davvero divertente da esplorare…Stiamo per iniziare un tipo di viaggio tecnico molto diverso da quello di Halloween. Non lo classifico nemmeno necessariamente come un film horror, anche se è molto attraente dal punto di vista orrorifico, è psicologico e drammatico. Non ha la divertente tensione a comando che Halloween avrebbe, perché non puoi appoggiarti a nessuna delle qualità più “campy” che penso godiamo di tanto in tanto nei film di Halloween. È molto serio e piuttosto diretto, e non lo so, ma io ne sono entusiasta.

“L’esorcista” vede a bordo anche Leslie Odom Jr. nei panni del “padre di un bambino posseduto. Alla disperata ricerca di aiuto, l’uomo rintraccia il personaggio della signora Burstyn”. Nel cast oltre a Ellen Burstyn e Linda Blair, che riprenderanno i ruoli di Chris MacNeil e Regan MacNeil dal film originale del 1973, ci sono Ann Dowd (Hereditary), Lidya Jewett (Netflix’s Nightbooks), Raphael Sbarge (Gaslit) e l’esordiente Olivia Marcum.

L’esorcista Il Credente – Trailer e video

Secondo trailer italiano ufficiale pubblicato il 5 settembre 2023

 Prima featurette e nuovi spot tv in lingua originale pubblicati il 21 settembre 2023

Nuova clip e spot tv ufficiali pubblicati il 25 settembre 2023

Featurette ufficiale sottotitolata in italiano e spot tv in lingua originale pubblicati il 13 ottobre 2023

Curiosità sul film

Linda Blair (Photo by Albert L. Ortega/Getty Images for ABA)

  • “L’Esorcista – Il Credente” è diretto da David Gordon Green, con una sceneggiatura di Peter Sattler (Camp X-Ray) e dello stesso David Gordon Green, basata su una storia di Scott Teems (Halloween Kills), Danny McBride (trilogia di Halloween) e David Gordon Green, e prende ispirazione dai personaggi creati da William Peter Blatty.
  • Il 26 luglio 2021, è stato confermato che la star originale Ellen Burstyn sarebbe tornata nei panni di Chris MacNeil per la prima volta da L’esorcista (1973).
  • Ellen Burstyn aveva rifiutato di riprendere il suo ruolo e le era stato offerto il doppio dello stipendio. Burstyn ha pensato: “Sento che il diavolo sta chiedendo quale è il mio prezzo”. Alla fine ha accettato e deciso di utilizzare  il compenso per finanziare una borsa di studio MFA per attori alla Pace University, dove l’Actors Studio insegna il programma. Burstyn è un membro permanente dell’Actors Studio e un co-presidente.
  • Linda Blair riprenderà il suo ruolo iconico di Regan MacNeil. Quanto sarà grande la sua parte non è ancora noto.
  • L’esorcista (1973) ha fruito di un sequel diretto con la serie tv The Exorcist (2016) in onda su Fox, la serie si ricollega direttamente all’originale ignorando gli altri della serie. Nonostante il plauso della critica, la Fox ha cancellato la serie dopo la seconda stagione. Presumibilmente, questo film fara tabula rasa e offrirà una versione aggiornata del romanzo di William Peter Blatty.
  • David Gordon Green sta usando la stessa formula che ha usato per Halloween (2018) in cui tutti i sequel vengono cancellati, poiché questo film sarà un sequel diretto de L’esorcista (1973).
  • David Gordon Green parla del reboot in’intervista con Total film: “Era uno dei miei progetti sviluppati durante la pandemia. Mi piacciono tutti i film de L’esorcista. E non solo mi piacciono, penso che possano rientrare tutti in una mitologia accettabile per quello che sto facendo. Non è che sto dicendo: “Fai finta che L’esorcista 2 non sia mai accaduto”. Va bene esistere. E’ un bene che gli altri film esistano e mi piacciono tutti. È un’altra eredità divertente di cui far parte, e speriamo di realizzarla nel prossimo futuro. Questa è un sacco di ricerca, piuttosto che solo una sceneggiatura impulsiva. È quella con cui parli. un sacco di gente. Leggi un sacco di libri e fai un sacco di interviste. C’era un’autenticità così drammatica in quello che è il film originale. È molto più di quanto mi aspettassi farne parte. E immagino di essere ingenuo a pensarlo, ma è stato molto esaltante essere coinvolto in molte di quelle conversazioni in cui ti trovi.”
  • Le parole del produttore Jason Blum sul progetto: “[Sarà] come il sequel di Halloween di David [Gordon Green]. Penso che sorprenderà piacevolmente tutti gli scettici là fuori. Avevamo molti scettici su Halloween e David gli ha fatto cambiare idea, e penso che cambierà le cose anche con L’esorcista. Voglio fare un film che funzioni per entrambi [il pubblico]. Voglio fare un film per le persone che conoscono e amano il primo Esorcista e sono furiosi che lo stiamo facendo, ma in qualche modo si trascinano al cinema. Voglio che escano felici. E voglio fare un film che piaccia davvero alle persone che non hanno mai sentito parlare dell’Esorcista. Penso che David l’abbia fatto con Halloween. Penso che lo farà anche con L’esorcista.
  • La pellicola è prodotta da Jason Blum per Blumhouse, David Robinson (All Eyez on Me, serie del 2016 L’Esorcista) e James G. Robinson (All Eyez on Me, serie del 2016 L’Esorcista) per Morgan Creek Entertainment.
    Gli executive producer sono Danny McBride, David Gordon Green, Ryan Turek e Christopher H. Warner. Universal Pictures presenta una produzione Blumhouse/Morgan Creek Entertainment in associazione con Rough House Pictures.

L’esorcista – Il franchise

Il regista David Gordon Green sul set

“L’esorcista” oltre ad un immarcescibile classico e un fenomeno dell’epoca ha segnato una tappa importante per il genere horror, l’enorme successo del film ha spinto l’Academy, sempre restia a premiare il genere, a candidare il film a 10 Premi Oscar, inclusi miglior film e regia, con due statuette vinte per il sonoro e la sceneggiatura non originale. Quell’anno vinse La stangata con Robert Redford, ma ci pensarono i Golden Globe a fare un po’ di giustizia con 4 premi: Miglior film drammatico, Migliore regia, Miglior attrice non protagonista (Linda Blair) e Migliore sceneggiatura.

“L’esorcista” generò due sequel, un prequel e uno spin-off: L’esorcista 2: L’eretico (1977) a cinque anni dal primo capitolo torna la Blair, stavolta il prete esorcista è Richard Burton, seguirà L’esorcista 3 (1990), lo scrittore William Peter Blatty prende in mano la sua creatura e passa dietro la macchina da presa adattando un altro suo romanzo; il franchise si concluderà sul grande schermo con il travagliato prequel L’esorcista: La genesi (2004), pellicola funestata da incidenti e defezioni per un film non privo di suggestioni e lo spin-off Dominion: Prequel to The Exorcist del 2005 che racconta il primo incontro tra padre Lankester Merrin e il demone Pazuzu.

L’esorcista, regia di William Friedkin (1973)
L’esorcista II – L’eretico, regia di John Boorman (1977)
L’esorcista III, regia di William Peter Blatty (1990)
L’esorcista – La genesi, regia di Renny Harlin (2004)
Dominion: Prequel to the Exorcist, regia di Paul Schrader (2005)
The Exorcist – serie tv (2016-2017)

L’esorcista – Il romanzo originale

L’esorcista è un romanzo horror del 1971 scritto dall’americano William Peter Blatty e pubblicato da Harper & Row. Il libro descrive in dettaglio la possessione demoniaca dell’undicenne Regan MacNeil, figlia di una famosa attrice, e dei due sacerdoti che tentano di esorcizzare il demone.

Il romanzo trae ispirazione da un caso del 1949 di presunta possessione demoniaca ed esorcismo di cui Blatty aveva sentito parlare mentre era studente nella classe del 1950 alla Georgetown University. Di conseguenza, il romanzo si svolge a Washington, DC, vicino al campus della Georgetown University.

Padre Merrin è in parte basato sull’archeologo britannico Gerald Lankester Harding, che aveva scavato le grotte dove erano stati trovati i Rotoli del Mar Morto e che Blatty aveva incontrato a Beirut. Blatty ha affermato che Harding “era il modello fisico nella mia mente quando ho creato il personaggio [di Merrin], il cui nome, si prega di notare, è Lankester”.

Alcuni aspetti del romanzo sono stati ispirati da un esorcismo eseguito dal sacerdote gesuita, p. William S. Bowdern, che in passato ha insegnato sia alla St. Louis University che alla St. Louis University High School. Una recente ricerca investigativa del giornalista freelance Mark Opsasnick indica che questo era il vero esorcismo del 1949 di un ragazzo di Cottage City, nel Maryland, a cui Opsasnick si riferisce usando gli pseudonimi di Robbie Mannheim e Roland Doe. Il ragazzo è stato mandato a casa di un suo parente in Roanoke Drive a St. Louis, dove ha avuto luogo la maggior parte dell’esorcismo. Tuttavia, secondo il giornalista: “Ci sono semplicemente troppe prove che indicano che da ragazzo [Roland Doe] ha avuto seri problemi emotivi derivanti dalla sua vita familiare. Non c’è uno straccio di prova concreta a sostegno dell’idea di possessione demoniaca”.

Blatty si riferisce ai possedimenti di Loudun e ai possedimenti di Louviers nel corso della storia, soprattutto quando padre Karras sta indagando su possessione ed esorcismo per presentare il caso ai suoi superiori. Ha anche uno dei suoi personaggi che racconta una breve storia su un medium fraudolento senza nome che aveva studiato per diventare un prete gesuita. Questa storia può essere trovata in “Proceedings of the Society for Psychical Research”, vol. 114. 1930, in un articolo sulle pratiche fraudolente di Daniel Dunglas Home.


La sinossi ufficiale del romanzo:
Che cosa succede alla piccola Regan, trasformatasi in un mostro blasfemo che urla oscenità e frasi sconnesse? Sua madre, la famosa diva del cinema Chris MacNeil, non riesce a capirlo. Né ci riescono i medici e gli psichiatri né la polizia. Forse solo un esorcista può dare una risposta. Ma la Chiesa impone cautela, esige prove, chiede tempo. Intanto la casa risuona di colpi, i mobili si spostano da soli, un uomo muore con il collo spezzato, il fragile corpo di Regan sembra cedere alla tempesta che lo sconquassa. E lo scontro tra l’uomo di Dio e gli spiriti del Male sembra ormai inevitabile.

Il romanzo “L’esorcista” di William Peter Blatty è disponibile su Amazon.

L’esorcista Il Credente – La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono dei compositori David Wingo (Mud, Take Shelter, Contagious – Epidemia mortale, Midnight Special, Kidding – Il fantastico mondo di Mr. Pickles) e Amman Abbasi (Dayveon, Shelter, The Wall).

1. Earthquake (2:02)
2. Tunnel (2:02)
3. Search Party (1:45)
4. Soup Kitchen (1:21)
5. Mother (0:32)
6. The Body and the Blood (1:40)
7. Sister Mary (1:04)
8. Institution (1:06)
9. Tubular Bells – Chris MacNeil (2:30)
10. Looking for Katherine (1:49)
11. Tubular Bells – Are You Looking for Regan? (1:47)
12. Open Your Eyes (1:11)
13. Bring Everyone Together (3:57)
14. Preparation (2:23)
15. Once We Start We’re Not Stopping (5:41)
16. Miasma (2:59)
17. Choose Me (4:32)
18. Father Maddox (2:36)
19. Tubular Bells – I Choose You (1:41)
20. Fallen Angela. (1:24)
21. We’ve Been Tricked (2:12)
22. She’s Gone (1:56)
23. Victor Is That You? (2:17)
24. Tubular Bells – Believer (2:37)

L’esorcista Il Credente – Foto e poster

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//teksishe.net/4/6884838