BOLZANO. Il Consiglio provinciale altoatesino ha eletto la nuova Giunta provinciale con 19 voti a favore, 15 contro e una astensione.

Il consigliere dei Freiheitlichen Leiter Reber ha chiesto che fosse messa a verbale anche la sua astensione non voluta, sostenendo che credeva si trattasse di una votazione di prova.

Per la prima volta il governo provinciale è sostenuto da una coalizione di cinque partiti: Svp, Fdi, Lega, Freiheitlichen e La Civica.

E’ anche la prima volta che la Svp accetta l’ingresso in maggioranza di un partito di destra come Fratelli d’Italia, che proviene da quell’area politica sinora contestata aspramente dal gruppo linguistico tedesco. Inoltre, per la prima volta la Svp, per un calo del consenso, ha accanto a sé un altro partito di lingua tedesca, necessario per formare la maggioranza. Si tratta dei Freiheitlichen, partito nazional-liberale, un tempo gemellato con quello del leader austriaco defunto Joerg Haider, che finora si è battuto per lo Stato libero del Sudtirolo ”con tutti e tre i gruppi linguistici”.

Nella “Giunta delle prime volte” la Svp ha dovuto anche cedere delle competenze importanti, come quelle dell’economia al vicepresidente italiano, Marco Galateo di Fratelli d’Italia.

Tutto questo è stato duramente contestato da diversi gruppi di altoatesini che sono scesi in piazza, hanno organizzato fiaccolate e sit-in.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//caustopa.net/4/6884838