Sarà Borussia Dortmund-Psg la prima semifinale di Champions League. Il Borussia, sconfitto 2-1 all’andata a Madrid, ha ribaltato l’Atletico superandolo per 4-2 al Westfalenstadion. Il Psg, che doveva recuperare il 3-2 incassato in casa, a Barcellona si è imposto per 4-1 in rimonta, favorito dall’espulsione di Araujo che ha lasciato i blaugrana in 10 dopo appena 29’. Le due squadre curiosamente si sono già affrontate in questa edizione: facevano parte del gruppo F, quello del Milan. A Parigi vinsero i transalpini per 2-0 mentre in Germania il match terminò 1-1. L’andata della semifinale è in programma il 30 aprile a Dortmund, mentre il ritorno si disputerà il 7 maggio a Parigi.

Borussia Dortmund-Atletico Madrid 4-2

Il Dortmund festeggia il ritorno in semifinale di Champions dopo 11 anni travolgendo per 4-2 l’Atletico. La Germania ancora una volta è risultata terra ostile a Simeone che vi ha perso per 8 volte su 9. L’avvio è stato un concentrato di emozioni: dopo 2’ Sabitzer si è visto respingere un tiro a botta sicura da Azpilicueta in scivolata, l’Atletico ha replicato al 4’ con Morata che, involatosi tutto solo verso la porta, ha messo il pallone incredibilmente a lato. Il Borussia ha tirato un sospiro di sollievo e al 34’ è passato con Brandt che, smarcato in area da Hummels, ha saltato in dribbling stretto Witsel e con un forte sinistro in diagonale ha piegato le mani a Oblak. I gialloneri si sono esaltati e al 39’ hanno raddoppiato con Maatsen che servito in area da Sabitzer ha battuto di nuovo Oblak con un altro sinistro in diagonale.

La festa a fine gara dei giocatori del Borussia Dortmund (reuters)

Fullkrug e Sabitzer decidono la sfida

Ad inizio ripresa Simeone ha rivoluzionato l’Atletico inserendo Correa, Barrios e Riquelme per Morata, Molina e Azpilicueta e la squadra ha subito segnato (49’) anche se con un pizzico di fortuna: sugli sviluppi di un angolo, Hermoso di testa ha rimesso in mezzo dove Hummels, con la punta del piede, ha sciaguratamente deviato il pallone nella propria porta. Il Dortmund ha vacillato ma l’Atletico l’ha graziato fallendo con Correa un altro gol a tu per tu con Kobel. L’argentino si è però rifatto con gli interessi al 64’ ribadendo in rete un tiro respintogli da Hummels dopo che Riquelme aveva impegnato Kobel.

La delusione dei giocatori dell'Atletico Madrid

La delusione dei giocatori dell’Atletico Madrid 

Il Dortmund si è rimboccato le maniche e al 71’ è tornato avanti con una strepitosa girata di testa di Fullkrug su cross dalla sinistra di Sabitzer. Lo stesso centrocampista austriaco appena 3’ dopo ha firmato il 4-2 con un gran sinistro in diagonale dal limite. L’Atletico si è riversato in avanti ma i padroni di casa hanno legittimato la qualificazione andando anche vicini al 5-2 ancora con Sabitzer.

Barcellona-Psg 1-4

Al Psg riesce la rimonta dopo il ko 3-2 dell’andata. All’Olimpico vince 4-1 e si regala il ritorno in semifinale di Champions dopo 3 anni. Per Luis Enrique, che la coppa l’aveva vinta sulla panchina dei catalani nel 2015, la grande soddisfazione di diventare il primo ex allenatore blaugrana a eliminare la sua ex squadra. Il Barcellona si è illuso sbloccando il risultato al 12’ ancora con Raphinha, grande protagonista della gara d’andata: il brasiliano ha girato in porta da due passi un cross basso dalla destra di Yamal, andato via a Nuno Mendes.

Barcellona-Psg: l'espulsione di Araujo

Barcellona-Psg: l’espulsione di Araujo (afp)

Poi, dopo un’occasione per parte (Lewandowski e Mbappé), è arrivata la svolta (29’): Barcola è andato via di rimessa ed è stato trattenuto al limite da Araujo che è stato inevitabilmente espulso dall’arbitro rumeno Kovacs. La susseguente punizione è stata calciata a giro da Dembelé che ha sfiorato l’incrocio. Xavi ha provato a correre ai ripari togliendo Yamal e inserendo Inigo Martinez ma già al 40’ il Psg ha pareggiato con il grande ex di turno, Dembelé, che ha scagliato sotto la traversa un centro dalla sinistra di Barcola. Lo stesso Dembelé ha sfiorato il 2-1 prima dell’intervallo con un destro in diagonale.

Il fallo di Cancelo su Dembelé

Il fallo di Cancelo su Dembelé (afp)

Vitinha e doppio Mbappé schiantano i blaugrana

L’assedio dei francesi è proseguito nella ripresa e, dopo le occasioni sciupate da Hakimi e Fabian Ruiz, è arrivato, inevitabile, il 2-1 di Vitinha (54’) a segno con un gran destro in diagonale da fuori su assist di Hakimi. Il Barcellona ha avuto un sussulto d’orgoglio, sfiorando il palo con Gundogan ma al 61’ ha incassato il 3-1 da Mbappé che ha trasformato un rigore procurato dallo scatenato Dembelé (fallo di Joao Cancelo). Il Barcellona ha tentato di rientrare in partita ma Donnarumma ha negato a Lewandowski la rete del 3-2. Il Psg ha respirato e di rimessa ha calato all’89’ il poker con Mbappé (41° gol stagionale) che al terzo tentativo ha piegato la resistenza di ter Stegen.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//shiglangee.net/4/6884838