Gli smart display sono dei dispositivi all’avanguardia in grado di rendere la propria casa più intelligente e connessa. Questo perché, combinando un assistente virtuale con uno schermo touchscreen, consentono un controllo senza sforzo dei vari dispositivi domestici. Con un tocco o un comando vocale, si possono regolare le luci, la temperatura, nonché controllare le telecamere di sicurezza. La loro vera magia risiede nelle routine personalizzate: uno smart display può essere indispensabile al mattino per gestire al meglio i propri dispositivi di domotica, così come è perfetto per rilassarsi la sera o nei momenti di stacco da lavoro, grazie alle opzioni di svago. Quando non si è a casa, gli smart display possono essere utili per controllare la propria dimora e avere maggior sicurezza, oltre a organizzare al meglio l’efficienza energetica.

Inoltre, sono hub multimediali, cioè danno la possibilità di guardare i propri programmi preferiti e ascoltare musica in streaming su uno schermo nitido e brillante. Sul mercato sono presenti diversi prodotti dotati anche di assistenti digitali differenti. Impariamo dunque a conoscere quali meglio si adattano alle proprie esigenze.

Come scegliere un buon smart display

Ci sono diverse caratteristiche da tenere in conto quando si sceglie uno smart display, spesso legate anche al come ogni utente intende utilizzarlo con gli altri dispositivi presenti in casa. Bisogna ricordarsi che questi dispositivi sono degli assistenti vocali con una marcia in più, perfetti se si ha bisogno di uno schermo extra per gestire gli apparecchi di domotica o anche solo per svago quando si è in un’altra stanza dove non si ha una televisione. Vediamo dunque le caratteristiche che è bene tenere a mente quando si sceglie uno smart display.

  • La prima considerazione è l’assistente digitale supportato dallo smart display. Molti di essi funzionano con Google Assistant o Amazon Alexa. La scelta dovrebbe quindi ricadere in base a cosa è già integrato nel proprio ecosistema domestico. Se si utilizza principalmente Google Assistant, optare per un dispositivo Google potrebbe semplificare l’integrazione. Se invece si è utenti Alexa, un dispositivo Amazon potrebbe essere la scelta migliore.
  • Le dimensioni dello schermo sono un fattore cruciale. Se si ha intenzione di posizionare lo smart display sul comodino, si potrebbe preferire uno schermo più piccolo. D’altra parte, se invece si desidera utilizzarlo anche per guardare film o video, uno schermo più grande potrebbe essere l’opzione ideale da collocare in salotto o in cucina.
  • La presenza di una fotocamera integrata è una caratteristica da valutare attentamente. Se si prevede di utilizzare il dispositivo per videochiamate o sorveglianza domestica, una resa video di alta qualità è essenziale, ma può aumentare il costo del dispositivo.
  • Alcuni smart display dispongono di funzioni extra, come sensori di temperatura o di qualità dell’aria, che possono essere utili per monitorare l’ambiente domestico. Meglio valutare se si hai bisogno di queste funzionalità aggiuntive per una migliore gestione della propria casa intelligente.

Come li abbiamo scelti

Abbiamo selezionato diversi modelli legati ai principali assistenti digitali, per ampliare la scelta in base a cosa si preferisce usare. Abbiamo poi tenuto conto anche delle fasce di prezzo e delle varie opzioni presenti in ogni smart displey in modo da avere una scelta che si possa adattare a chiunque.

Oltre a questi modelli più generici consigliamo di dare uno sguardo alla selezione dedicata ai migliori smart display per le videochiamate, in caso si utilizzasse molto questa opzione. Se invece non si ha bisogno dello schermo si può sempre optare per uno smart speaker. Vediamo quali sono i migliori smart display da noi selezionati.


By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//doostozoa.net/4/6884838