Prima le scuse e le spiegazioni sull’accaduto firmate dal CEO Virgone, adesso si passa alle azioni concrete, ai risarcimenti per i clienti sia Hype che Banca Sella per i pesanti disservizi patiti nei giorni scorsi. La miglior garanzia per i clienti, soprattutto quelli con un unico conto o per i clienti business, è che un blackout come quello dei giorni scorsi non si ripeta più, e Hype tramite il CEO ha già fatto sapere di aver apportato i dovuti correttivi. Banca Sella non ha detto nulla in materia ma immaginiamo che i sistemi abbiano diverse parti in comune, e poi, facendo le due parte dello stesso Gruppo, ciò che è vero per una lo è anche per l’altra.

Banca Sella che proprio in queste ore sta inviando una mail ai clienti firmata dall’Amministratore Delegato Massimo Vigo in cui fa ammenda così:

Gentile Cliente, siamo consapevoli, a causa del problema tecnologico che ha impattato i nostri servizi online nei giorni scorsi, che i disagi che ha subito sono importanti e non rispecchiano il nostro modo di garantirle un servizio di qualità. Per questo motivo, oltre a scusarci e a confermarle che tutti i servizi sono pienamente operativi, le confermiamo che abbiamo individuato azioni concrete, che trova di seguito illustrate.

Anzitutto Banca Sella ha deciso di rimborsare “ogni costo applicato e non dovuto”, per esempio le commissioni per le operazioni che il cliente si è trovato costretto a eseguire e pagare in filiale, pagandole, quando avrebbe potuto svolgerle in gran parte dei casi in autonomia dallo smartphone o dal PC tramite home banking, piattaforma paralizzata per giorni.

Inoltre Banca Sella comunica che per aprile e maggio 2024 non ci saranno addebiti o verranno emersi dei rimborsi per il bimestre per i seguenti prodotti e servizi:

  • canone di tenuta del conto o, se non previsto, spese di gestione della liquidità per persone fisiche
  • canone delle carte di debito e prepagate sia per persone fisiche che per persone giuridiche
  • canone per il servizio Trading Online (comprese eventuali informative a pagamento) per persone fisiche
  • canone per l’utilizzo del servizio Smart Business Sella per persone giuridiche.

Per qualsiasi altra necessità, siamo a piena disposizione per valutare ulteriori soluzioni per le sue esigenze. Grazie ancora per la fiducia e la comprensione.

Massimo Vigo

Amministratore Delegato Banca Sella.

Allo stesso tempo anche Hype ha fatto sapere che risarcirà i danneggiati con provvedimenti analoghi. Ai titolari di un piano a pagamento, quindi di Hype Next da 2.90 euro/mese o di Premium da 9,90 euro/mese, verrà abbuonato il canone di aprile e anche quello di maggio 2024, per un risparmio di 5,80 euro nel primo e di 19,80 euro nel secondo caso.

I clienti Hype “base”, chi ha il piano gratuito per intenderci, e quelli Hype Next avranno il rimborso delle commissioni per le operazioni a pagamento effettuate dal 7 aprile al 31 maggio. Le si pagherà normalmente, a giugno il totale verrà rimborsato sul conto Hype:

  • [solo “base”] nessun addebito per ricarica con altra carta (0,90 euro)
  • [solo “base”] nessun addebito per prelievo oltre i 250 euro mensili (2 euro per operazione)
  • nessun addebito per bonifico istantaneo in uscita (2 euro, con Next i primi 10 sono comunque gratuiti)
  • nessun addebito per pagamenti PagoPA o Cbill (1,15 euro Hype base, 1 euro Next).

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//pivonoms.net/4/6884838