Con la disponibilità sul mercato sono arrivate le prime recensioni internazionali che ci consentono – seppur indirettamente – di farci una prima idea di cosa realmente significhi indossare quotidianamente un dispositivo che non nasconde le sue ambizioni.

É indubbio che Humane AI Pin sia un prodotto intrigante ed originale: è piccolo, si indossa, integra l’intelligenza artificiale generativa e promette di sostituire lo smartphone. Sulla carta, però, perché le prime recensioni sono piuttosto deludenti: si tratta di una soluzione ancora troppo acerba, ma se vogliamo riassumere ciò che pensano gli esperti di mezzo mondo potremmo dire: “curioso, sì, ma non compratelo“. E in questa considerazione è incluso il costo: 699 dollari, tasse e spese non incluse, cui sono da aggiungere ben 24 dollari al mese, tasse e commissioni non incluse.

THE VERGE

AI Pin potrà essere un killer device, ma solo in futuro. Ad oggi non lo è. Ha un assistente che fornisce suggerimenti basandosi sull’intelligenza artificiale, ma al momento le sue funzioni sono molto limitate. Un esempio? É impossibile puntare la sveglia.

ENGADGET

Lento e a malapena intelligente“. É un concetto interessante, tecnologicamente è avanzato ma fallisce completamente nel servizio che è in grado di fornire all’utente. Giusto per le traduzioni potrebbe essere utile, ma perché usare AI Pin quando abbiamo lo smartphone che già lo fa?

CNET

Non è ancora in grado di sostituire lo smartphone, dice Cnet. Il suo utilizzo quotidiano è frustrante, non all’altezza almeno al momento. Non sempre il proiettore funziona al primo tentativo, e bisogna sempre porre attenzione all’angolazione del palmo della mano. Per attivare il WiFi, poi, bisogna navigare in mezzo alle impostazioni con gesture e dettature quasi impossibili. Rimandato.

MRWHOSETHEBOSS

Spazio anche agli youtuber in questa breve rassegna: Mrwhosetheboss definisce AI Pin “un incubo“. Non c’è molto altro da aggiungere…

MRMOBILE

É un’idea audace basata su un concetto che ha molto senso, afferma lo youtuber. Ma quel che fa non lo fa bene abbastanza, e un dispositivo costoso che richiede un abbonamento (costoso) non può piacere al pubblico.

WHASHINGTON POST

AI Pin richiede un’interazione naturale, ma il suo utilizzo risulta frustrante tra pizzichi, gesti e movimenti vari. E sotto la luce del sole il proiettore risulta pressoché inutile.

WIRED

Si tratta di un dispositivo ben fatto, utile per le chiamate a mano libera e per le traduzioni in tempo reale. Per il resto, però, è insufficiente: scalda troppo, non fornisce risposte accurate, è lento, il proiettore funziona male ed è illeggibile al sole.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//shulugoo.net/4/6884838