Tornerà a monopolizzare le cronache tech occidentali, Huawei, entro fine anno? Non lo sappiamo, dipenderà dalle caratteristiche del SoC che in Cina raccontano sia pressoché pronto, se sarà 5G o meno. Quel che un’indiscrezione proveniente da oriente dà per certo è che l’azienda ha un nuovo colpo in canna potenzialmente in grado di far impazzire di nuovo quegli USA che con il ban del 2019 confidavano di aver estromesso Huawei dal business dei prodotti 5G.

Il Kirin 9000s della Mate 60 series ha dimostrato che, pur con un chip non attualissimo sul piano tecnologico, Huawei c’è ancora e farà di tutto per esserci. La “rinascita” potrebbe essere confermata da qui a dicembre da un nuovo Kirin, questa volta della serie 8, quella che negli anni di attività piena equipaggiava i Huawei di fascia media. E sulla fascia media tornerebbe: l’indiscrezione suggerisce che il nuovo chip debutterebbe su Huawei Nova 12.

L’ultimo Kirin della serie 8 è il Kirin 820 5G, SoC a 7 nanometri con CPU octa core da 2,36 GHz di frequenza massima che intorno al 2020 equipaggiò pochi smartphone, tra cui Nova 7 SE e P40 Lite 5G. Di conseguenza, se l’indicazione è corretta, entro fine 2023 potrebbe debuttare il Kirin 830 su Huawei Nova 12, con la serie Nova che tornerebbe a far rima con un SoC fatto in casa, nuovamente un Kirin.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//doostozoa.net/4/6884838