Il Giappone prepara un colpo duro ai giganti della tecnologia come Apple e Google. Il governo nipponico ha infatti in programma di rivedere le proprie normative antitrust, introducendo sanzioni decisamente più severe per le aziende accusate di pratiche monopolistiche.

L’obiettivo è quello di limitare il potere di queste grandi aziende e di promuovere un mercato digitale più equo e competitivo. La nuova strategia potrebbe portare a multe fino al 20% del fatturato per comportamenti anticoncorrenziali, come la limitazione ingiustificata dell’accesso agli store di app. Si tratta di un segnale forte e chiaro da parte del Giappone, che si allinea alle azioni già intraprese da altre regioni, come l’Unione Europea. In particolare, il Giappone aveva già espresso la propria intenzione di multare Apple a dicembre, per garantire che le grandi aziende non favoriscano slealmente i propri servizi o prodotti rispetto a quelli dei concorrenti.

Le nuove normative giapponesi prevederanno anche l’obbligo per gli operatori di piattaforme mobili, come Apple e Google, di consentire alternative ai propri app store e sistemi di pagamento. Questo cambiamento mira a creare un mercato digitale più aperto e a dare più spazio a sviluppatori e competitor più piccoli.

Per le aziende che persistono in condotte anticoncorrenziali, le multe potrebbero addirittura arrivare al 30% del fatturato. Un messaggio chiaro e determinato da parte del Giappone, che vuole contrastare con decisione tali comportamenti.

La proposta del Giappone potrebbe fungere da catalizzatore per ulteriori riforme normative in tutto il mondo, spingendo altri Paesi a rivalutare il proprio approccio ai monopoli nel mercato digitale. La Commissione per il commercio equo e concorrenza giapponese prevede di presentare una bozza completa della proposta ai gruppi legislativi entro poche settimane. Il disegno di legge potrebbe essere presentato al Parlamento già nelle prossime settimane.

Le nuove normative giapponesi rappresentano un passo importante verso un mercato digitale più giusto e competitivo. L’obiettivo è quello di tutelare i consumatori e di dare più opportunità alle piccole imprese, garantendo un ambiente digitale più sano e dinamico per tutti.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//ehokeeshex.com/4/6884838