EGNA. Incidente domestico che poteva finire decisamente peggio ieri mattina alle 7.45 in via Andreas Hofer a Egna: per cause ancora in via di accertamento è letteralmente esploso un piano cottura a induzione. I pezzi di vetro sono schizzati verso l’alto e hanno colpito il padrone di casa, un 40enne, in volto. In casa, per fortuna, non c’erano bambini in quel momento ma il quarantenne è stato medicato poi al pronto soccorso dell’ospedale San Maurizio per una serie di tagli proprio in viso. Se i vetri gli fossero finiti all’altezza degli occhi avrebbe anche potuto perdere la vista o riportare lesioni permanenti.

I vigili del fuoco di Egna: «Servirà una perizia per stabilire le cause dell’esplosione».

Johannes Bertignoll, comandante dei vigili del fuoco volontari di Egna, al momento non è in grado di stabilire le cause dell’esplosione. «Siamo stati chiamati in causa per un piano cottura a induzione che era esploso in un appartamento in zona Portici a Egna per ragioni sconosciute proprio mentre l’inquilino dell’appartamento lo stava accendendo per farsi un caffè. Posso confermare che l’uomo, a seguito dell’esplosione, ha riportato diversi tagli a causa dalle schegge».

Il residente, comprensibilmente spaventato, è stato curato dai vigili del fuoco di Egna fino all’arrivo dei soccorritori della sezione di Salorno della Croce Bianca. L’uomo è stato portato in ambulanza all’ospedale di Bolzano. «L’esplosione non ha causato un incendio. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri. Per stabilire le cause sarà necessaria una perizia di un tecnico». Bisognerà capire, ad esempio, se il piano era stato pulito in modo corretto o se si era surriscaldato per qualche motivo particolare.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//roastoup.com/4/6884838