Disney ha ritardato l’uscita di diversi film Marvel, tra cui Deadpool 3, Captain America: Brave New World, Blade e Thunderbolts. I rinvii sono in parte dovuti allo sciopero recente di SAG-AFTRA, che ha sconvolto i programmi di produzione a Hollywood.

Deadpool 3, che era originariamente previsto per il 3 maggio 2024, è stato spostato al 26 luglio 2024. Captain America: Brave New World doveva uscire il 26 luglio 2024, ma la data effettiva sarà il 14 febbraio 2025. Blade, che era originariamente previsto per il 14 febbraio 2025, è stato spostato al 7 novembre 2025. E infine c’è Thunderbolts, che dal 20 dicembre 2024 arriverà nei cinema appena il 25 luglio 2025.

Da quando gli attori sono andati in sciopero a metà luglio, un certo numero di produzioni hollywoodiane sono state messe in pausa. Oltre ai film sopra citati, anche il live-action Biacaneve della Disney, Spider-Man: Beyond the Spider-Verse, Dune: Part Two e Beetlejuice 2 avranno tutti date di uscita successive a quelle previste in origine.

In seguito ai ritardi Deadpool 3 è ora l’unico film dell’Universo Cinematografico Marvel previsto per l’uscita nel 2024 e questa è una significativa differenza rispetto agli anni precedenti, quando Marvel Studios ha rilasciato tre o più film del franchise.

I ritardi sono anche destinati ad avere un impatto sull’interesse del pubblico per il genere dei supereroi Marvel, che dopo anni di successi al botteghino sembra aver stancato. La relativa siccità di film nel 2024 potrebbe ulteriormente erodere l’interesse del pubblico. Resta da vedere come i ritardi influenzeranno l’Universo Cinematografico Marvel a lungo termine, tuttavia, è chiaro che lo sciopero di SAG-AFTRA ha avuto un impatto significativo sulla serie.

Anche lo sciopero della Writers Guild of America (WGA) ha avuto un impatto su alcune produzioni. Gli sceneggiatori sono stati in sciopero per quasi 150 giorni prima di raggiungere un accordo con l’Alliance of Motion Picture and Television Producers (AMPTP) nel mese di settembre.

Tutto ciò è figlio delle vicissitudini risalenti ai mesi precedenti, poiché è notizia recente che gli Attori di Hollywood si sono accordati con l’AMPTP, ponendo fine al lunghissimo sciopero. L’accordo include una serie di interventi sia sui salari che su questioni delicate come quella dell’intelligenza artificiale.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//acoudsoarom.com/4/6884838