CD Projekt RED ha pubblicato un nuovo aggiornamento per Cyberpunk 2077 su PC, Xbox Series X/S e PlayStation 5. La patch 2.11 apporta diversi fix, sia per il gioco base che per l’espansione Phantom Liberty .

Per i giocatori PC, questo aggiornamento aggiunge una nuova impostazione chiamata “Hybrid CPU Utilization” destinata ai possessori delle ultime tre generazioni di CPU Intel Core, quelle con architettura ibrida caratterizzata da P-core ed E-core.

CD Projekt RED spiega che la voce può essere impostata su Auto, lasciando al sistema operativo il compito di decidere come come distribuire i thread tra i core, oppure su “Prioritize P-Cores” (dando così priorità ai P-core).

Questo consente di concentrare i carichi di lavoro di Cyberpunk 2077 sui P-core, più veloci, con l’obiettivo di ottenere prestazioni di gioco superiori. È infatti possibile che alcuni giochi non sfruttino bene le due anime delle CPU Intel, girando prevalentemente sugli E-core che, come noto, sono più lenti.

Secondo un primo test svolto da Tom’s Hardware USA, la funzionalità avrebbe però ancora dei problemi, in quanto il redattore che l’ha provata dice di aver “riscontrato seri problemi di micro-stuttering“. Non è chiaro se a comportarsi male sia il gioco in sé oppure il Thread Director di Intel che mal digerisce l’impostazione manuale dell’affinità ai thread. Lo stesso comportamento lo segnalano anche alcuni utenti di Reddit, mentre Hardwareluxx ha rilevato un calo delle prestazioni medie.

L’aggiornamento 2.11 non aggiunge la tecnologia FidelityFX Super Resolution 3 (FSR 3) di AMD a Cyberpunk 2077 (la cui implementazione è in sviluppo), quindi bisognerà attendere un altro update per poterne godere, tanto sulle GPU AMD quanto su quelle di NVIDIA e Intel.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//leezeept.com/4/6884838