BOLZANO. La Questura di Bolzano prosegue nel contrasto agli episodi di microcriminalità e di spaccio di sostanze stupefacenti nelle zone centrali della città con le attività quotidiane, nell’arco delle 24 ore, e con servizi specifici.

Questi ultimi – comunica la Questura in una nota – hanno consentito di trarre in arresto due cittadini stranieri, entrambi con ordine di carcerazione pendente. Nello specifico, qualche sera fa, in viale Stazione, nell’ambito di un’indagine per utilizzo di una carta di credito rapinata qualche settimana prima a un cittadino italiano in via Alto Adige, una pattuglia della Squadra Mobile ha controllato un cittadino afgano di 23 anni, con precedenti specifici.

Dalla verifica nelle banche dati è emerso, come appena emesso, un ordine di carcerazione a due anni, un mese e due giorni di reclusione derivante da una serie di condanne per rapina, lesioni e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, tutti reati commessi in centro a Bolzano.

Inoltre, nella giornata di giovedì, un’altra pattuglia della Squadra Mobile, durante uno specifico servizio in centro, è stata informata di un ordine di carcerazione a quattro mesi di reclusione nei confronti di un cittadino nigeriano di 28 anni, con diversi precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti, tutti commessi nelle zone limitrofe alla Stazione Ferroviaria, dove è stato prontamente rintracciato e tratto in arresto. Entrambi i soggetti sono stati condotti in carcere, dove sconteranno le rispettive condanne. 

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//abmismagiusom.com/4/6884838