Il match di Frank Chamizo verrà rivisto per valutare la regolarità di ogni fase dell’incontro. L’ha annunciato la Federazione mondiale dopo le proteste italiane. La United World Wrestling (UWW) ha ricevuto un reclamo ufficiale dalla Federazione Italiana Wrestling (Fijlkam), in accordo col Coni, sull’incontro decisivo per la qualificazione alle Olimpiadi di Parigi nei 74 kg tra l’azzurro e l’azero Turan Bayramov. Grazie a un verdetto scandaloso, in cui il presidente del tappeto ha rovesciato il giudizio degli altri cinque arbitri, l’azero si è qualificato alle Olimpiadi di Parigi. Ma ora la mossa della federazione mondiale rimette tutto in discussione, ammettendo la fondatezza delle proteste italiane del n.1 della Fijlkam Mimmo Falcone e di Giovanni Malagò, che ha contattato il presidente della UWW Nenad Lalovic: “Una persona che stimo moltissimo ed è totalmente esente da qualsiasi tipo di responsabilità” ci ha tenuto a precisare Malagò.

Chamizo e la denuncia del tentativo di corruzione

Chamizo aveva raccontato a Repubblica di aver ricevuto la proposta di perdere in cambio di 300 mila dollari e di averli rifiutati senza tentennamenti. Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha espresso “la rabbia e l’indignazione” per quanto accaduto al lottatore italiano. Anche l’Esercito, di cui Chamizo fa parte, ha voluto approfondire la questione.

Chamizo, il match contro Bayramov verrà revisionato

“La Uww – si legge nel comunicato – ha un impegno costante per l’integrità della lotta e ha già ricevuto il rapporto dal suo corpo arbitrale e dagli arbitri delegati della competizione. Tutte le azioni degli incontri, le decisioni arbitrali e le sfide saranno esaminate attentamente e in modo indipendente per determinare tutte le responsabilità e adottare le sanzioni necessarie e appropriate. Anche tutte le altre dichiarazioni fatte riguardo a questo incontro e l’integrità di tutte le persone coinvolte saranno soggette a un’indagine”. La federazione mondiale è al corrente delle accuse di Frank Chamizo sul tentativo di corromperlo con 300 mila dollari in cambio della sconfitta che avrebbe qualificato a Parigi l’atleti di casa, Bayramov. Ma il suo comunicato stabilisce le sue proprietà: prima verificare la regolarità del verdetto, poi in un secondo momento approfondire i contenuti della clamorosa denuncia.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//zouzougri.net/4/6884838