“Stiamo assistendo a un vero e proprio “dossieraggio” nei confronti della Ong Mediterranea”. Dopo l’intervento della Cei e del suo presidente, il cardinale Matteo Zuppi, anche padre Alex Zanotelli interviene a difesa di Mediterranea, da oltre una settimana tirata in ballo da Panorama e La Verità per i finanziamenti ricevuti dal mondo ecclesiastico, usati – sostengono – per fini molto personali. La fonte: una chat presente sui telefoni di Casarini e altri sequestrati un anno fa dalla procura di Ragusa, finita insieme ad altre conversazioni agli atti di un procedimento che solo a febbraio giungerà a udienza preliminare, dunque riservati.

“Il taglia e cuci delle conversazioni telefoniche serve a minare l’attività della Ong, in particolare il finanziamento da parte della Chiesa”, tuona padre Zanotelli. “Una vera gogna mediatica, un vigliacco attacco verso operatori delle navi salvavita come don Mattia Ferrari, Luca Casarini, con il solo obiettivo di impedire l’aiuto economico da parte della Chiesa alle ong”, dice il missionario, che l’11 dicembre prossimo – ha annunciato – sarà a Roma per un nuovo sit-in contro le politiche migratorie del governo “sempre più razziste e xenofobe. L’ultima trovata è spostare i richiedenti asilo in Albania”.

Per Zanotelli, “questo accordo è una mostruosità giuridica che viola la Costituzione, la legislazione europea e il diritto internazionale: è l’ultimo capitolo vergognoso di una squallida politica migratoria. Quando il governo Meloni ammetterà il totale fallimento delle sue politiche migratorie? I dati sono implacabili”. Dati alla mano, il sacerdote osserva: “Quest’anno ben 151.000 migranti sono arrivati in Italia, quasi il doppio del 2022. Oltre 2.000 persone hanno perso la vita nel Mediterraneo (siamo ormai sui 100.000 migranti sepolti in quello che è ormai un cimitero a cielo aperto!) Con i nostri soldi, il presidente tunisino Saied ha intercettato in mare oltre 800 migranti e deportato nel deserto oltre 1.800 uomini e donne subsahariane. E sempre con i nostri soldi (grazie al Memorandum Italia- Libia di Minniti!), il governo di Tripoli ha intercettato in mare e riportato in Libia oltre 15.000 profughi)”.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

//dukingdraon.com/4/6884838